Lavoratori in nero al mattatoio, la rabbia degli operatori in regola

Tuscania

Lavoratori in nero al mattatoio, la rabbia degli operatori in regola

27.01.2017 - 13:21

0

Nei giorni scorsi i carabinieri di Tuscania, in collaborazione con i colleghi del nucleo Ispettorato del lavoro di Viterbo, hanno eseguito una serie di controlli e verifiche in alcune aziende e attività commerciali, “riscontrando irregolarità di carattere penale ed amministrativo”.
In particolare, sono stati scoperti dieci lavoratori irregolari nel corso del controllo al mattatoio della cittadina, tra i quali anche un cittadino extracomunitario che non aveva il permesso di soggiorno, nei confronti del quale sono state avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale. Un altro dipendente, seppure regolarmente assunto, “veniva giornalmente impiegato oltre il normale orario di lavoro senza ricevere alcun compenso”.
Le multe elevate ammontano a 45mila euro circa, come previsto dalle norme di settore. A carico del titolare inoltre, un 57enne di Tuscania, è scattata la denuncia penale per il reato di assunzione irregolare di manodopera straniera, oltre alla sospensione cautelare dell'attività che resterà chiusa sino al pagamento di una maxi-sanzione.
La notizia ha destato perplessità e suscitato molti malumori in provincia nel vasto settore delle carni. Sono tante le aziende, che si occupano di carni fresche e lavorate, e che operano nel pieno rispetto di tutte le leggi, e i cui responsabili, a fronte di situazioni come quelle portate alla luce dai carabinieri, esprimono sdegno e preoccupazione. Prima di tutto la preoccupazione, perché - come ci spiega un importante imprenditore - lavoratori in nero in un mattatotio significa anche che questi lavoratori non vengono sottoposti alle visite annuali obbligatorie, e per persone che di lavori maneggiano carni non p tanto normale. Anzi, potrebbe essere pericoloso dal punto di vista igienico-sanitario.
Le aziende del settore sono infatti tenute ad effettuare visite annuali ai loro dipendenti, che comprendono uno screening completo dello stato di salute del lavoratore; ma se il suddetto è “in nero”, ovviamente niente visita. E se quel lavoratore avesse contratto una qualche malattia trasmissibile, questa potrebbe non essere evidenziata.
C’è poi l’aspetto della concorrenza sleale, che molti operatori del settore lamentano, perché chi è ligio alle regole spende di meno rispetto a chi le ignora.
E sono forti le critiche nei confronti dei controlli sanitari, che a detta di molti operatori avrebbero dovuto impedire - prima dei carabinieri - quanto è accaduto a Tuscania.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Argentina, le nonne di Plaza de Mayo trovano il desaparecido 122

Argentina, le nonne di Plaza de Mayo trovano il desaparecido 122

Buenos Aires, (askanews) - Le nonne di Plaza de Mayo hanno trovato il disperso numero 122. Si tratta di un bambino nato nel 1977 in un carcere clandestino e subito portato via dai genitori per essere affidato a una famiglia ben inserita nel regime. Ad annunciare la notizia è stata Estela del Carlotto, presidente dell'associazione delle "abuelas", le nonne che da decenni cercano di ricomporre le ...

 
Turchia, arrestati oltre 1.000 "sostenitori" di Gulen

Turchia, arrestati oltre 1.000 "sostenitori" di Gulen

Istanbul (askanews) - Le autorità turche hanno confermato l'arresto di oltre 1.000 persone sospettate di appartenere al movimento del predicatore Fethullah G len, accusato dal presidente Recep Tayyip Erdogan di essere il mandante del fallito golpe dello scorso anno: lo ha detto oggi il ministro dell'Interno S leyman Soylu. L'operazione di polizia è stata lanciata questa notte in 81 province. 1....

 
Eliseo 2017, Macron nelle roccaforti della Le Pen: partita aperta

Eliseo 2017, Macron nelle roccaforti della Le Pen: partita aperta

Parigi (askanews) - La partita non è ancora vinta. Emmanuel Macron non aveva bisogno della messa in guardia del presidente uscente Francois Hollande per sapere che in vista del decisivo turno di ballottaggio per le presidenziali francesi non sono ammessi cali di tensione. Pur confortato da sondaggi che lo danno vincente al secondo turno con il 62-64% delle intenzioni di voto e accusato da varie ...

 
Los Angeles inaugura il La La Land Day con una danza in volo
IL VIDEO

Los Angeles inaugura il La La Land Day con una danza in volo

Roma, (askanews) - Los Angeles ha dichiarato il 25 aprile il "La La Land Day" per rendere omaggio al musical premio Oscar ambientato in città. Un gruppo di ballerini ha realizzato una coreografia volante sulla facciata del municipio, a diverse decine di metri d'altezza, alla presenza del regista Damien Chazelle (già autore di "Whiplash"), del compositore della colonna sonora Justin Hurwitz e di ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Caprarola

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Domenica 2 aprile come ogni prima domenica del mese l'ingresso allo splendido Palazzo Farnese di Caprarola era gratuito e aperto a tutti. Una ghiotta occasione per ammirarne le ...