Tuscania, disoccupato dorme in macchina da diverse settimane. Ha perso il lavoro 2 anni fa

Tuscania, disoccupato dorme in macchina da diverse settimane. Ha perso il lavoro 2 anni fa

Da allora la sua vita è stata un calvario

15.04.2013 - 10:07

0

Ha poco più di quarant'anni, M. F. operaio edile di Tuscania. A sedici ha iniziato a lavorare, più per necessità famigliare che per scarso interesse allo studio. Una vita vissuta senza lussi ma sempre dignitosa. Due anni fa l'impresa edile per la quale lavorava ha chiuso i battenti e per lui è iniziato un progressivo disfacimento economico e sociale.

Una vita dedicata al lavoro
lavoro "Per chi come me  vive esclusivamente del proprio lavoro, senza alcun bene immobile - racconta con voce roca M. F. - riuscire ad andare avanti in un piccolo centro come Tuscania, per uno che è disoccupato da troppo tempo, diventa un problema molto serio. Non paghi più l'affitto e ti sfrattano. Non puoi mantenere normali rapporti con gli amici che qualcosa si concedono, magari una pizza, una birra, una sera al cinema o una passeggiata nei paesi limitrofi. Allora all'indigenza si somma anche la solitudine. Non parlo di emarginazione perché nessuno mi ha allontanato. Sono io che ho smesso di frequentare i miei amici perché mi sentivo di peso. Quando non hai i soldi per la benzina devi sempre fare l'ospite nella macchina degli altri. Un mese, due e poi non ce l'ho fatta più. Passo le giornate da solo in giro per Tuscania e nelle campagne limitrofe a cercare asparagi e altri frutti selvatici. Da alcune settimane dormo in macchina perché l'amico che mi ospitava da qualche tempo ha dovuto lasciare i locali che aveva in gestione. La mia situazione è nota ai servizi sociali mami è stato detto e ripetuto che non possono fare niente. La mia domanda per l'assegnazione di una casa popolare è stata accettata ma mi trovo molto basso in graduatoria perché sono solo e non ho altri punteggi da aggiungere". Fino a qualche anno fa a Tuscania era possibile trovare dei lavori saltuari o stagionali in agricoltura che, pur non rappresentando una vera e propria occupazione, permettevano a tante persone di tirare avanti.

Difficile trovare un'occupazione "Non c'è più uno straccio di lavoro da fare - dice l’uomo - L'edilizia è praticamente morta; non c'è più nessun lavoro agricolo stagionale; tabacco, pomodori, fieno e paglia non esistono più. Mi sono rivolto anche a dei politici locali ma nessuno mi ha dato una mano".
Nella storia di M.F. c'è anche qualcosa di più della povertà e dell'autoesclusione sociale. "Come posso ospitare mio figlio se vivo in una macchina - afferma amareggiato - sono separato da diversi anni ma con mio figlio ho sempre mantenuto buoni rapporti. Tutte le volte che voleva stava qualche giorno con me a Tuscania. Quale padre, ottuso che sia, se la sentirebbe di ricevere suo figlio per farlo dormire in una macchina? Ho una vecchia tenda da campeggio e appena arriverà la bella stagione cercherò un posto per montarla ed andrò a vivere lì. Sempre meglio della macchina".

A cura di Fiorenzo De Stefanis

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Alla scoperta delle 3 Nuove 500L svelate da Fiat
IL VIDEOMOTORI

Alla scoperta delle 3 Nuove 500L svelate da Fiat

Fiat dal mese di maggio 2017 lancia la Nuova 500L in tre differenti varianti: 500L Urban, 500L Wagon (con 7 posti e pianale allungato), 500L Cross con sistema di trazione selezionabile. Questo video ne svela alcuni particolari. Per saperne di più clicca qui e leggi il nostro articolo.

 
Cristoforetti su stazione orbitante cinese: "Ci stiamo lavorando"

Cristoforetti su stazione orbitante cinese: "Ci stiamo lavorando"

Milano (askanews) - Nel futuro di @AstroSamantha potrebbe esserci un volo spaziale sulla stazione orbitante cinese. L'Agenzia spaziale italiana (Asi), infatti, ha, di recente, firmato un accordo con l'omologa agenzia cinese (Cnsa) per una collaborazione in merito alle infrastrutture orbitanti e al volo umano nello Spazio. Uno scenario nuovo di cooperazione, legato anche alla costruzione della ...

 
Trump a Netanyahu: mai fatto il nome di Israele con la Russia

Trump a Netanyahu: mai fatto il nome di Israele con la Russia

Gerusalemme, (askanews) - "Non ho mai usato la parola Israele" nel corso dell'incontro con il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov. Così il presidente americano Donald Trump, nel corso del suo incontro con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a Gerusalemme ha cercato di gettare acqua sul fuoco delle polemiche sulla condivisione con la Russia di segreti classificati sullo Stato ...

 
Svelato il mistero del volto di Giulia Farnese

Viterbo

Svelato il mistero del volto di Giulia Farnese

Ci sono un capolavoro ritrovato, un giallo risolto e diversi personaggi principali, tutti di prima grandezza, nella storia che racconta la mostra “Pintoricchio pittore dei ...

19.05.2017

Mariano Di Vaio, canzone da hit

Il fatto

Mariano Di Vaio, canzone da hit

Mariano Di Vaio festeggia il suo 28esimo compleanno con un autentico fuoco d’artificio: lancia la sua prima canzone che si intitola "Wait for me", di cui è autore e ...

09.05.2017

I Rolling Stones in Italia

L'evento

I Rolling Stones in Italia

I Rolling Stones tornano in Italia, per un'unica data. Il 23 settembre saranno al Lucca Summer Festival. Il tour del 2017 si chiamerà 'Stones - No filter' e vedrà Mick Jagger,...

09.05.2017