Cerca

Domenica 22 Gennaio 2017 | 02:35

Buche, c'è chi fa causa al Comune e chi si aggiusta la strada da solo

Da Valvidone a via XXIV Maggio: iniziative diverse ma da tutti accuse all’Amministrazione

Buche, c'è chi fa causa al Comune e chi si aggiusta la strada da solo

Lo stato delle strade urbane, extraurbane e rurali è talmente deteriorato che non si contano più le segnalazioni di disagio e pericolo da parte dei cittadini. La quasi totalità delle strade di competenza comunale hanno bisogno di interventi urgenti. Alcuni tratti poi costituiscono un pericolo conclamato e grave per chiunque le utilizzi, da automobilista, da motociclista e da pedone. Di fronte a questa situazione i cittadini reagiscono in modi diversi. Strada Valvidone è stata rattoppata direttamente da alcuni cittadini che pure di evitare pericoli ai propri famigliari hanno messo mani al portafogli, acquistato sacchi di asfalto a freddo e alle prime luci dell’alba, quando il traffico è scarso, hanno anche provveduto a stenderlo utilizzando pala e piccone.
“Se dobbiamo pensare da soli a riparare anche le strade - afferma un cittadino - allora la smettessero di farci pagare tutte queste tasse. Il Comune di Tuscania ha portato da anni tutte le aliquote di tasse al massimo. Paghiamo più di Cortina d’Ampezzo. Non capisco perché un cittadino deve pagare senza ottenere nulla in cambio”.
Molti automobilisti si sono rivolti al Comune per chiedere il risarcimento dei danni causati alle loro autovetture. Ben 4 di queste richieste fanno riferimento per la stessa buca in via XXIV Maggio.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 17 marzo
a cura di Fiorenzi De Stefanis

Più letti oggi

il punto
del direttore