Nuove aree pedonali, l’ira dei negozianti

Nuove aree pedonali, l’ira dei negozianti

Ottanta operatori del centro storico insorgono contro il provvedimento comunale: "Nessuno ci ha interpellato"

13.01.2013 - 18:45

0

Nuove aree pedonali: i commercianti del centro storico attaccano la giunta Mazzola. “Ci sembra di essere tornati indietro di qualche anno, a quando il sindaco Alessandro Giulivi, con un’ordinanza per la salvaguardia del patrimonio artistico - culturale si inventava una Ztl 0/24 (chiusura totale) del centro storico, e l’allora opposizione di sinistra, sfilava in prima linea nel corteo costituito da commercianti e cittadini. Oggi si sono dimenticati la battaglia fatta a spada tratta”. I commercianti protestano quindi per l’installazione delle nuove aree pedonali e ne spiegano dettagliatamente le motivazioni e l’iter che ha contrassegnato i provvedimenti messi in campo dall'amministrazione Mazzola. “Vin’ assessore Celli non chiude il centro storico ma si inventa i parcheggi blu e bianchi - spiegano -. Qui cominciano i problemi sempre più permessi rilasciati e sempre meno posti liberi. Il risultato ottenuto è che i cittadini di Tarquinia cominciano sempre meno a frequentare il centro storico e le sue attività, visto che non si trova parcheggio nemmeno a pagamento”. E ancora: “Il solito discorso, prima la frusta e poi il cavallo, eh si perché qualche scienziato è convinto che chiudendo il paese i turisti arriveranno a flotte per vedere quanto si cammina bene a Tarquinia! Allora arriva l’assessore Ranucci che con un colpo di spada crea una moltitudine di zone pedonali, concertate con i commercianti (dice lui) forse con il pensiero, visto che con un censimento svolto presso tutte le attività commerciali risulta che il 90 per cento esattamente 80 attività sono contrarie a questa decisione un po’ dittatoriale e nemmeno discussa. Visto che è stato l’assessore più votato si è sentito un po’ Marchese del Grillo ed ha deciso molto ‘democraticamente’, senza discutere né concertare, sulle spalle di tutti i commercianti di attuare dal 10 gennaio 2013 la nuova viabilità e zone pedonali”. I negozianti tarquiniesi attaccano anche l'assessore al commercio Renato Bacciardi. “Ma l’assessore al commercio Renato Bacciardi - affermano -, imprenditore anche lui che vive del proprio lavoro, non percependo uno stipendio fisso, si rende conto del momento di crisi che sta passando il settore commerciale - continuano -? Si rende conto che questa decisione di chiudere alcune zone del centro storico porterebbe quelle poche persone tarquiniesi che ancora lo frequentano ad andare altrove, visto che di turisti non se ne vede nemmeno l’ombra? Ma è proprio difficile concertare, discutere, confrontarsi, con le realtà esistenti, o le decisioni vengono prese a campione come fa comodo?” Ed infine l’ultimo attacco: “L'assessore Anselmo Ranucci a che altra città europea ci ha paragonati, - concludono - visto che la pista fluviale del Lido ce l’hanno in tutto il mondo, i paletti di ghisa con annessi vasi li hanno in tutto l’universo?”. Insomma, i commercianti della cittadina tirrenica disconoscono quanto asserito dall’amministrazione comunale, che sosteneva come, dopo aver fatto un sondaggio, aveva avuto l’assenso della maggioranza degli esercenti. Di fatto, sembra che ben 80 esercizi commerciali non siano di questo avviso e che la questione non sia nemmeno mai stata discussa.

A cura di Fabrizio Ercolani

NOTIZIE CORRELATE:
"Tarquinia, in vigore il nuovo piano della viabilità per il centro storico"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

Milano, (askanews) - Per ogni cottura ci vuole la pentola giusta. Da 110 anni è questo principio che ispira un'azienda simbolo del made in Italy, la Pentole Agnelli, presenza immancabile nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. E non solo. E pensare che tutto ebbe inizio con un metallo considerato prezioso all'inizio del secolo scorso: "Nonno Baldassare nel 1907 inizia a utilizzare ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017