Mazzola attacca e Meroi si difende: "Arsenico nell'acqua, la Provincia non ha responsabilità"

Mazzola attacca e Meroi si difende: "Arsenico nell'acqua, la Provincia non ha responsabilità"

Il presidente dell'Ente accusa il sindaco di Tarquinia di usare toni demagogici da campagna elettorale

08.01.2013 - 09:45

0

La questione dell’arsenico oltre a preoccupare i cittadini dei tanti comuni viterbesi colpiti in modo acuto dal fenomeno, ha dato il via ad un’accesa polemica soprattutto tra il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola e il presidente della Provincia Marcello Meroi. Qualche giorno fa Mazzola aveva attaccato senza mezzi termini sia la Regione sia l’Ente provinciale imputandoli come responsabili dei ritardi nella realizzazione degli interventi risolutivi del problema della non potabilità dell’acqua. E la risposta di Meroi non si è fatta attendere. “Comprendo perfettamente che con l’inizio della campagna elettorale il livello della propaganda e della demagogia è destinato a salire di tono e a scadere nello stile, - ha detto con toni pungenti il presidente della Provincia -, ma da un sindaco come Mauro Mazzola mi sarei atteso maggiore correttezza nel fare certe affermazioni. Mazzola è troppo intelligente per non sapere che la Provincia non ha alcuna competenza diretta né per ciò che riguarda la progettazione delle opere, né sul reperimento delle risorse da destinare alla realizzazione dei dearsenificatori. E’ vero – aggiunge Meroi – ci sono stati ritardi degli organi competenti, ma detti ritardi non possono certo essere addebitati all’Amministrazione provinciale”.
“Anzi, - sottolinea Meroi - sono oltre due anni che insieme all’assessore Paolo Equitani stiamo pressando la Regione, sollecitando costantemente interventi progettuali e finanziari in grado di scongiurare e ridurre al minimo i disagi nei Comuni direttamente interessati dall’entrata in vigore della direttiva europea”.
L'attacco di Mazzola Il sindaco di Tarquinia qualche giorno fa aveva espresso alla stampa il proprio malcontento misto a preoccupazione. “Chi afferma che siamo in ritardo nell’affrontare l’emergenza, deve sapere che le amministrazioni comunali sono state tradite da chi doveva provvedere nei termini previsti dalla legge. Per mesi la Regione Lazio, nella figura del commissario straordinario per l’emergenza Renata Polverini e dell’assessore all’ambiente Marco Mattei, e la Provincia di Viterbo, che oggi chiede di abbassare le tariffe con una proposta demagogica e impossibile da realizzare per non far saltare i bilanci, avevano promesso di mettere a disposizione le risorse necessarie per dare la possibilità di realizzazione dei dearsenificatori”.

Be.Mat.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Antonio Ciotola, chef non vedente: "Cucino con il cuore"

Antonio Ciotola, chef non vedente: "Cucino con il cuore"

Napoli, (askanews) - Cucina con il cuore e non con gli occhi. Antonio Ciotola, chef titolare della Taverna degli Archi di Belvedere Ostrense, nelle Marche, è un cuoco non vedente: uno dei due chef della Federazione Italiana Cuochi, che si è radunata con oltre 2mila cuochi di tutta Italia a Napoli per il 29esimo Congresso nazionale. Antonio ha perso la vista la notte di Capodanno alcuni anni fa a ...

 
Il mistero del sottomarino scomparso, resgistrato rumore anomalo

Il mistero del sottomarino scomparso, resgistrato rumore anomalo

Buenos Aires (askanews) - Tecnicamente è definita una anomalia idro-acustica. La Marina argentina sta indagando sulla natura di un rumore inusuale avvertito ore dopo l'ultima comunicazione con il sottomarino scomparso ARA San Juan, ma ha rifiutato di indicare quel rumore come un'esplosione. Le ore passano e diventano sempre minori le speranze di trovare vivi i 44 membri dell'equipaggio, ora ...

 
Champions, Di Francesco: Atletico voleva vittoria più di noi

Champions, Di Francesco: Atletico voleva vittoria più di noi

Madrid (askanews) - "Siamo venuti qua per cercare di portare a casa la qualificazione. Non ci siamo riusciti perché l'Atletico ha voluto forse più di noi questa vittoria, specialmente nel secondo tempo, dove noi siamo stati poco attenti e poco bravi nel gestire alcuni palloni. Per il resto, tutti quanti in questa fase della stagione ci auguravamo di arrivare a giocarci in casa una partita per la ...

 
Lily Rose Depp "accende" gli Champs-Elysées

Lily Rose Depp "accende" gli Champs-Elysées

Parigi (askanews) - Lily Rose Depp ha "acceso" gli Champs-Elysées. La modella e attrice, figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis, ha inaugurato insieme al sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, le illuminazioni e le decorazioni natalizie allestite sulla celebre strada della capitale francese.

 
"Non si butta via niente" in prima nazionale al Teatro Bianconi

Carbognano

"Non si butta via niente" in prima nazionale al Teatro Bianconi

Il prossimo appuntamento della Stagione 2017 2018 del Teatro Bianconi di Carbognano segna un grande ritorno e in grande stile. Sullo storico palcoscenico viterbese, domenica ...

21.11.2017

Il jazz contro il silenzio sulla violenza contro le donne: Greta Panettieri al Teatro Boni

Greta Panettieri

Acquapendente

Il jazz contro il silenzio sulla violenza contro le donne: Greta Panettieri al Teatro Boni

Greta Panettieri in concerto al Teatro Boni di Acquapendente. Domenica 26 novembre 2017, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la stagione ...

21.11.2017

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017