Intervista ad Arisa: venerdì concerto gratuito a Montalto

Musica

Intervista ad Arisa: venerdì concerto gratuito a Montalto

06.07.2017 - 13:32

0

Data zero per Arisa, che venerdì 7 luglio alle 21 si esibirà a Montalto di Castro, per l'esattezza in piazza del Palombaro a Montalto Marina (ingresso gratuito), dando inizio al suo nuovo tour “Ho perso il mio amore”, che prende il titolo dall’omonimo brano prodotto per la colonna sonora del film di Max Croci “La Verità, vi spiego, sull’amore”.
Un’estate che vedrà la cantante protagonista di diverse tappe, in particolare nel Centro e nel Sud Italia, presentare una scaletta per ricordare il passato, puntando però molto anche sul presente e regalando al pubblico il suo ultimo lavoro di studio “Guardando il cielo”. Ad accompagnarla sul palco (tranne per le due date in duo dell'8 luglio e del 2 agosto) per questo nuovo ciclo di date live una formazione composta da Placido Salomone (chitarra), Sandro Rosati (basso), Giulio Proietti (batteria), Alessio Graziani (polistrumentista) e Giuseppe Barbera (pianoforte). Solo poche settimane fa l'artista, dopo il tour “Voce2017”, era stata invitata a Tokyo per rappresentare la musica italiana, all’evento organizzato dalla Camera di Commercio italiana in Giappone “Italia Amore Mio”, riscuotendo grande successo sia a livello professionale che personale. Tra poco più di un mese invece, il 24 agosto per la precisione, sarà nelle sale cinematografiche come doppiatrice di Lucy nel film Cattivissimo Me 3. Temperamento vivace, ironico e gioviale, una persona che ama le cose semplici ma dense di significato emozionale.

Spesso Arisa riserva al suo pubblico delle sorprese durante i tour, ce ne saranno anche questa volta?

"Durante il Tour Voce 2017, svoltosi nei teatri, il pubblico aveva dato seguito alla richiesta di una mise in white per essere così parte integrante dello spettacolo. Essendo questo un tour estivo al quale parteciperà un numero di persone molto più elevato, anche per l’ambientazione, sarà sicuramente più difficile, ma non è da escludere perché non rinnego, ma al contrario amo, l’improvvisazione. Naturalmente molto dipende dal clima che si instaura, dalle sensazioni che si scambiano e dal coinvolgimento dei partecipanti. Ritengo in ogni caso che professionalità e improvvisazione non si escludano l’un l’altra e che spesso a livello emozionale la seconda offra qualcosa in più, non intaccando l'organizzazione di un evento".

Cosa ha portato in Italia dell'esperienza in Giappone?

"Il viaggio ha avuto, al di là della valenza musicale, un impatto emotivo importante. Sono rimasta affascinata dal Giappone e dalla pace e serenità del popolo giapponese, sicuramente dovuta anche al fatto che Tokyo è una grande metropoli, ma che presenta ancora le caratteristiche positive tipiche delle piccole realtà: i profumi per strada, la facile accessibilità alle cose e il passaparola. Un’accoglienza strepitosa, da parte di un popolo che ama e rispetta l’arte e l’artista. In questi ultimi anni ho viaggiato molto e sono sicuramente un po’ cambiata, ogni viaggio mi ha dato sensazioni ma è stata un’esperienza fine a se stessa, in Giappone invece desidero tornarci".

Lei ha dato voce a Lucy Wilde in Cattivissimo Me 3 che sarà a breve nelle sale cinematografiche, è stata una bella esperienza?

"Un’esperienza meravigliosa, perché aiuta a sperimentare la recitazione e registri vocali diversi da quelli che si usano per cantare e parlare. Ho amato molto questo personaggio perché è una donna che sa conciliare la dolcezza e l’accoglienza che caratterizzano il genere femminile, con la fermezza necessaria per fare la professione dell’agente segreto. Spesso le donne sono costrette a spogliarsi del loro essere accogliente per affermarsi nel mondo del lavoro, invece Lucy sa essere moglie, mamma e professionista allo stesso tempo. Credo che possa essere un esempio per recuperare la parte più vera e intima di noi donne. Oltre al canto tutte le esperienze che accetto sono in sostegno alla mia carriera come artista musicale, che non ritengo ancora soddisfacente per la mia personale realizzazione, perciò mi diverto a fare altre cose che certamente mi aiutano a farmi conoscere".

Veronica Ruggiero

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

(Agenzia Vista) Milano, 16 luglio 2018 "Liberi e Uguali è un oggetto politico autonomo ma non autosufficiente ma disponibile ad alleanze ma dopo che si sarà creato un proprio progetto e obiettivo. Non è questo il momento di parlare di alleanze, ciò però non significa che non ci possano essere". Lo ha detto il leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso a margine dell'assemblea del partito a Milano ...

 
Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018