Dipendenti Cev in cassaintegrazione, il Comune ha detto sì all'accordo che consente il passaggio alla Francigena

Dipendenti Cev in cassaintegrazione, il Comune ha detto sì all'accordo che consente il passaggio alla Francigena

"La società potrà assorbire entro fine 2013 solo personale da impiegare con la qualifica di autisti. In questi mesi, infatti, i dipendenti del Cev provvederanno a conseguire l'abilitazione alla guida di autobus e scuolabus"

16.01.2013 - 16:08

0

Dipendenti Cev in cassaintegrazione, il Comune di Viterbo ha detto sì all'accordo che consente il passaggio dei lavoratori  alla Francigena. La soluzione è stata individuata dall'amministrazione comunale di concerto con le due società partecipate e si concluderà a livello procedurale martedì prossimo.
Operativamente parlando invece si tratta di un percorso di riqualificazione di sei unità di personale, attualmente cassaintegrati, dipendenti della società in liquidazione Cev. Entro la fine dell'anno si procederà al passaggio definitivo in Francigena, dopo aver conseguito la patente per la guida di autobus.
"L'accordo sottoscritto parte dal presupposto che la Società Francigena potrà assorbire entro fine 2013 – ha spiegato il presidente Pierre Di Toro – solo personale da impiegare con la qualifica di autisti. In questi mesi, infatti, i dipendenti del Cev provvederanno a conseguire l'abilitazione alla guida di autobus e scuolabus. Ciò potrà comportare per la società pubblica di trasporto un'ottimizzazione del personale, con il conseguente abbattimento di costi inerenti gli straordinari dovuti ai dipendenti attualmente impiegati oltre l'ordinario orario lavorativo. Il tutto a beneficio del servizio di trasporto pubblico locale e quindi dell'utente".
"Più volte sono emerse difficoltà legate alla carenza di autisti Francigena – ha sottolineato il sindaco Giulio Marini a seguito dell'accordo – e la normativa vigente è molto ferrea in materia di straordinari e nuove assunzioni. Con questa soluzione derivante da una volontà condivisa dalle parti interessate, ma anche frutto di un complesso e non facile percorso, oltre a potenziare l'organico lavorativo Francigena in modo produttivo ed efficiente, con particolare attenzione al trasporto pubblico urbano, il risvolto ancora più importante ritengo sia quello di natura occupazionale e di conseguenza sociale legato alla salvaguardia dei sei posti di lavoro".

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Galleria Borghese, respiri e urla per riavvicinarci al sublime

Galleria Borghese, respiri e urla per riavvicinarci al sublime

Roma (askanews) - Sovvertire l'abitudine all'arte, per restituire il senso, riferito al sublime, della vera esperienza artistica. È questa l'idea di fondo che presiede all'intervento di Daniele Puppi nella Galleria Borghese di Roma, dove ha presentato la mostra sonora "Respira". Quello che accade, nelle stanze che ospitano i capolavori del Canova, di Caravaggio o del Bernini, è l'esperienza di un ...

 
Dalla pizza alla frutta alla "tortellino", come cambiano i gusti

Dalla pizza alla frutta alla "tortellino", come cambiano i gusti

Napoli (askanews) - Dal Napoli pizza Village 2017, appena conclusosi sul lungomare del capoluogo partenopeo, emergono le nuove tendenze di gusto per la pizza del futuro, pensate e interpretate dai top player della pizzeria mondiale. Dalla pizza con la frutta di Gianfranco Iervolino, all'audace pizza Tortellino di Stefano Callegari, passando dalla pizza fritta "Battilocchio della Masardona" di ...

 
Da Duchamp a Cattelan, l'arte contemporanea conquista il Palatino

Da Duchamp a Cattelan, l'arte contemporanea conquista il Palatino

Roma, (askanews) - Sono oltre 100 le opere della mostra "Da Duchamp a Cattelan, Arte contemporanea sul Palatino". Venti le grandi installazioni come l'Archipensiero di Gianni Pettena o il luogo di raccoglimento multiconfessionale e laico di Michelangelo Pistoletto o "After Love" di Vedovamazzei, alias la casetta sbilenca di Buster Keaton, o "Gli occhi di Segantini" di Luca Vitone, riproduzione ...

 
Il senatore forzista Renato Schifani canta "Vita spericolata"

Il senatore forzista Renato Schifani canta "Vita spericolata"

Roma, (askanews) - Renato Schifani, senatore di Forza Italia ed ex Presidente del Senato, in versione cantante. Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il senatore forzista si è cimentato nel cantare un pezzo famosissimo, 'Vita Spericolata' di Vasco Rossi, accompagnato da 'l'Orchestrina' della trasmissione.

 
Nasce il Montefiascone Art Festival

Cultura

Nasce il Montefiascone Art Festival

Prende vita il Maf, Montefiascone art festival. Presso l'ex carcere di Montefiascone, nel complesso monumentale della Rocca dei papi, nei giorni 9, 10, 15, 16 e 17 settembre, ...

20.06.2017

Alberto Rocchetti e il concerto di Modena di Vasco: "Il più importante della nostra carriera"

Alberto Rocchetti

L'evento

Alberto Rocchetti e il concerto di Modena di Vasco: "Il più importante della nostra carriera"

di Veronica Ruggiero Sempre più breve l’attesa per il decollo dell’astronave Modena Park, che il 1° luglio 2017 porterà 220 mila persone sul pianeta Blasco. Un evento in ...

19.06.2017

Bianca Atzei al capezzale di Max: salta il concerto. Lunedì arriva Pupo

Orte

Bianca Atzei al capezzale di Max: salta il concerto. Lunedì arriva Pupo

E’ stato annullato il concerto di Bianca Atzei previsto per la serata di sabato 10 giugno 2017 nell’ambito delle feste patronali di Orte. L’artista, che è la compagna di Max ...

10.06.2017