La provincia di Viterbo-Rieti forse sarà "Tuscia-Sabina"

I dubbi dei due presidenti Meroi e Melilli, preoccupazione per i precari dei due enti

09.11.2012 - 10:22

0

Un incontro per discutere degli effetti del decreto di riordino delle Province varato dal governo Monti, che prevede l'accorpamento dei territori di Viterbo e di Rieti. Stamani il presidente della Provincia di Rieti, Fabio Melilli, e il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, si sono messi al lavoro nel capoluogo sabino a Palazzo Dosi per analizzare fasi, temi e cronoprogramma del processo che coinvolgerà entrambi gli enti fino alla fine del 2013. In questo lasso di tempo si delineerà il nuovo volto della futura "Tuscia-Sabina". Tra i principali temi affrontati dai due presidenti ci sono innanzitutto la gestione dei servizi territoriali e del personale. 
Pur lavorando sull'accorpamento, entrambi i presidenti non hanno rinunciato a ribadire la loro contrarietà. Perché "non ha alcun senso". 
"Non condividiamo assolutamente decreto legge emanato dal governo – dichiara il presidente Melilli -. Siamo convinti che questo riordino non porterà a risparmi per il Paese, tant'è vero che il governo non è riuscito a quantificarli. Sarà necessario creare le condizioni per dare un’impostazione policentrica all’assetto della nuova provincia in modo da non abbattere il livello dei servizi offerti ai cittadini e alle imprese e da non incidere troppo pesantemente sui livelli occupazionali"."Nel nostro territorio - ha poi aggiunto Melilli - venerdì pomeriggio mi incontrerò con i sindaci dei Comuni e vedremo se ci saranno le condizioni affinché la provincia resti tutta intera". 
Meroi si è detto anche lui "molto critico" nei confronti del governo Monti sul tema. Quello sulle Province per lui "è un decreto fatto senza tener conto delle esigenze dei cittadini e di come la nuova Provincia possa soddisfarli e lavorare sul territorio". Sul fronte dei dipendenti: "il governo ci deve ancora far sapere quanti dovranno essercene - ha aggiunto -. Quelli di ruolo di Rieti e Viterbo non dovrebbero rischiare molto, ci sono perplessità sul personale precario, gestito dalle Province con due procedure assolutamente diverse".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018