Aree verdi di Montefiascone. La gestione ai privati, il consiglio comunale approva

Aree verdi di Montefiascone. La gestione ai privati, il consiglio comunale approva

Proposta della minoranza: "Affidarle a soggetti competenti (come i vivai), non a semplici cittadini"

30.04.2013 - 16:12

0

Nell’ultima seduta, il Consiglio comunale ha approvato il regolamento per gestire le aree verdi. Ecco il dibattito che ne è nato, tra i membri dell’opposizione e la maggioranza guidata dal sindaco Luciano Cimarello. Il primo a prendere posizione è stato Massimo Ceccarelli: “Considero valida l’opportunità contemplata nel regolamento, che riguarda l’affidamento della manutenzione delle aree verdi a soggetti richiedenti, quali ad esempio vivai ma anche semplici cittadini - ha detto al sindaco il consigliere -. Tuttavia, ci sono anche degli aspetti negativi in questo”.
L’ex assessore all’Urbanistica con Andrea Danti sindaco, spiega gli aspetti poco chiari: “Un conto è la cura di una zona verde da parte di un vivaio, che ha competenza, esperienza e tecniche idonee, un conto è un cittadino privato”. Interviene anche l’altro consigliere di minoranza, Massimo Paolini, che mette dei paletti: “Per i vivai o operatori commerciali affini che prenderanno in gestione un'area verde, è data la possibilità di apporre dei cartelli pubblicitari della propria attività. Che tipo di cartelli pubblicitari potranno installare? Se questi dovessero deturpare l'ambiente, non sarebbe più un’iniziativa così positiva”.
Risponde in modo lapidario il primo cittadino Cimarello: “E’ tutto disciplinato nel regolamento, compreso il discorso dei pannelli pubblicitari, che dovranno essere concordati in termini di tipo e dimensioni con l’ufficio competente in materia”. Dopo di che, ha preso la parola Luca Bella canzone, un altro consigliere di minoranza, o meglio di uno dei due gruppi consiliari che stanno all’opposizione della maggioranza guidata da Cimarello e dal presidente del Consiglio comunale, il sempreverde Mario Trapè: “Nel caso in cui, ad esempio, una precisa area venga richiesta da più soggetti, come si procederà?”. Ancora più laconicamente di prima, Luciano Cimarello ha risposto: “Verrà fatta una selezione”.
Il Consiglio comunale ha votato il nuovo regolamento sulle aree verdi con 15 voti favorevoli su 16componenti presenti (mancava il capogruppo di maggioranza Massimo Ciucci), tra i quali un astenuto: Raffaele Morleschi, del gruppo del Popolo della libertà.

A cura di Alessandro Quami

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Immigrazione, Tusk e Juncker chiedono ai leader Ue più risorse

Immigrazione, Tusk e Juncker chiedono ai leader Ue più risorse

Bruxelles (askanews) - Durante il Consiglio europeo a Bruxelles, il presidente Donald Tusk ha elogiato l'impegno dell'Italia nell'arginare i flussi migratori, una situazione che sta migliorando, e ha chiesto ai leader degli Stati Ue più fondi per i prossimi anni. "L'Italia ci aiuta, e noi dobbiamo fare altrettanto con l'Italia", ha detto Tusk. Anche il presidente della Commissione europea, ...

 
Vertice Ue, Tusk: nessuno spazio per intervento Ue in Catalogna

Vertice Ue, Tusk: nessuno spazio per intervento Ue in Catalogna

Bruxelles (askanews) - Non esiste "alcuno spazio" per un intervento dell'Unione Europea nella crisi politica catalana: lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in una conferenza stampa tenuta in occasione dell'apertura del vertice dei 27 a Bruxelles. "La nostra posizione, delle istituzione e degli stati membri, è chiara, formalmente non vi è alcuno spazio per un ...

 
L'altra faccia delll'America: tre mostre politiche su Chicago

L'altra faccia delll'America: tre mostre politiche su Chicago

Milano (askanews) - L'altra faccia del sogno artistico del Novecento americano. Seguendo i percorsi mai banali del suo curatore Germano Celant, Fondazione Prada presenta nella sua sede di Milano un trittico di mostre concentrate su Chicago, dopo aver esplorato Los Angeles con le mostre su William Copley e i Kienholz, che restituiscono il senso delle cosiddette "second cities" americane. E dunque ...

 
ABB: studenti in fabbrica per vedere il lavoro del futuro

ABB: studenti in fabbrica per vedere il lavoro del futuro

Dalmine (askanews) - Una giornata in fabbrica per lanciare uno sguardo sui lavori e le tendenze tecnologiche e produttive dell'immediato futuro. E' il Secondary Technical School Day - o STS Day - organizzato a Dalmine da ABB: una giornata di studio e incontri dedicata ai ragazzi degli istituti tecnici della provincia di Bergamo. "Durante questa giornata - spiega Paolo Perani, Strategic Business ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017