Cerca

Giovedì 19 Gennaio 2017 | 14:05

Confartigianato, in arrivo aiuti finanziari per gli alluvionati di Montalto di Castro

Mercoledì 30 è stato firmato l'accordo tra Comune, Banca della Tuscia e Fidimpresa Viterbo. La convenzione prevede finanziamenti a condizioni agevolate

Confartigianato, in arrivo aiuti finanziari per gli alluvionati di Montalto di Castro

Aiuti finanziari alle imprese della piccola pesca, firmato l'accordo tra Comune di Montalto, Banca della Tuscia e Fidimpresa Viterbo. E' stato presentato mercoledì 30 nella sala consiliare del Comune di Montalto di Castro, la convenzione grazie alla quale commercianti, artigiani e piccole imprese della marina di Montalto, potranno accedere a finanziamenti a condizioni agevolatissime per fronteggiare nell’immediato i danni causati dall’evento alluvionale dello scorso 12 novembre.

I termini dell'accordo L’accordo prevede finanziamenti fino alla concorrenza del 60% del danno accertato, con un tetto di 50mila euro per ciascuna operazione, ad un tasso di interesse favorevolissimo che sarà coperto per intero dal Comune di Montalto per quanto concerne la quota interessi. "Ancora una volta, ha dichiarato il direttore De Simone, il nostro Confidi si è dimostrato vicino alle realtà imprenditoriali del nostro territorio, attivandosi fin da subito per trovare una soluzione all’emergenza che ha colpito la già provata economia Montaltese". "Abbiamo dimostrato - continua De Simone - che quando  le Istituzioni, le Banche e le associazioni  decidono di operare in sinergia, i risultati sono immediati e tangibili. Credo che l’operazione fatta a Montalto di Castro possa e debba essere presa ad esempio in tutta Italia". Nel corso della cerimonia, alla quale ha presenziato anche l’assessore Paolo Bianchini  in rappresentanza della Provincia, Fidimpresa Viterbo ha donato una targa al sindaco Caci, all’assessore Carmingnani e alla Banca della Tuscia,  quale riconoscimento per l'impegno istituzionale profuso a favore delle realtà imprenditoriali  di Montalto di Castro.

Più letti oggi

il punto
del direttore