Votare è meglio per il bene di tutti

Votare è meglio per il bene di tutti

26.06.2017 - 09:21

0

Oggi è il giorno dei ballottaggi, i supplementari al netto degli apparentamenti rispetto al primo turno di quindici giorni fa si terranno in 22 comuni capoluogo sparsi in tutt’Italia, dal nord al sud, da Genova a Catanzaro, passando per Rieti e per città sopra i 15mila abitanti come Todi e Tarquinia.
Sarà un test significativo per capire la tenuta delle coalizioni anche se alle amministrative contano più i candidati e i programmi rispetto alle strategie di politica nazionale. Questo va sempre ricordato anche quando stanotte, dopo le 23, si scrutineranno i voti e si decreteranno i nuovi sindaci. In campo si sfidano soprattutto centrodestra e centrosinistra, i duelli sono perciò ad alta tensione e solo quando si saprà chi ha vinto e chi ha perso si potrà azzardare una lettura delle ragioni delle vittorie e delle sconfitte. E sarà interessante rendersi conto se e quanto hanno influito dentro le urne le vicende dei partiti, tipo le frizioni e le polemiche della vigilia.Ma vediamo come si sono comportati i leader e in particolare quanto ci hanno creduto in questo secondo turno.
Allora il segretario del Pd Matteo Renzi è stato latitante, di comizi e interventi zero, quasi a prendere le distanze da una tornata che non lo mai riguardato, forse perché queste elezioni non sono così entusiasmanti come quelle dell’anno scorso dove si votava aMilano, Torino e Roma, o forse perché le aspettative del partito sono veramente basse. In compenso le fibrillazioni dentro e nei dintorni del Pd si sono acuite, una per tutte è segnata dal ritorno in grande spolvero di Romano Prodi.
Dalla sponda opposta si è notato un grande movimentismo di Silvio Berlusconi che di solito quando sente odore di successo si getta nella mischia come un leone. E così ha fatto anche questa volta ma il suo impegno in campagna elettorale lo ha incanalato pure per rimarcare che non c’è altro leader del centrodestra al di fuori e sopratutto meglio di lui.
Per il resto, i grillini quasi del tutto esclusi da questa partita se ne stanno alla finestra dopo aver dato libertà di voto e forse anche di non voto. Ma cosa succederà domani? A seconda dei risultati ovviamente ci sarà chi, probabilmente lo stesso Renzi, cercherà di liquidare il tutto come un voto locale, quasi una consultazione minore. Su questo ci permettiamo di dissentire perché ogni elezione è degna di rispetto ed è la massima espressione di democrazia di una comunità, fosse anche un voto per eleggere il capo condomino, amaggior ragione se si tratta di scegliere un sindaco. Per cui sarebbe più serio se si aprisse una riflessione sul perché e sul percome i cittadini si sono schierati in un modo anziché in un altro. Legato a questo, c’è il tema dell’astensionismo, della gente che preferirà andare al mare e non ai seggi. Bene, anzi male se ciò succederà perché ognuno può votare chi gliparema non fregarsene non andando ad esercitare il proprio diritto perché tanto qualcuno sarà eletto lo stesso e deciderà per noi, farà delle scelte che ci riguarderanno, dalle scuole alle strade, dalle tasse all’ambiente.
Insomma l’atteggiamento più sbagliato sarebbe quello di disertarle urne, è meglio molto meglio dare il proprio contributo per far sì chela percentuale dell’affluenza non si abbassi di molto. Due settimane fa appena il 60 per cento si è recato a votare, sette puntiinmeno rispetto alle precedenti elezioni. E’ troppo immaginare un’inversione di tendenza per il bene di tutti, per il bene della democrazia?
anna.mossuto@gruppocorriere.it
www.annamossuto.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Roma, (askanews) - La coalizione di centrodestra non è guidata dal Ppe, ma dalle forze estremiste e populiste di Matteo Salvini e Giorgia Meloni". Ad affermarlo, parlando all'iniziativa sull'Europa organizzata dei Dem a Milano, è il segretario del Pd Matteo Renzi. "Amici del Ppe, vi stanno prendendo in giro. Basta guardare come si sono divisi i collegi uninominali. Ogni voto dato al fronte della ...

 
Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Roma, (askanews) - Una manifestazione del movimento femminista internazionale per gridare anche a Roma "#MeToo", contro le molestie e le discriminazioni verso le donne. Si è tenuta stamattina a Piazza Santi Apostoli organizzata da"American Expats for Positive Change" e ha visto la partecipazione tra gli altri dell'attrice Asia Argento.

 
Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Roma, (askanews) - L'Europa come spartiacque tra le forze politiche in campo alle elezioni italiane. Con il Pd nettamente schierato per il rilancio del processo di integrazione europea, contro l'euroscetticismo dei Cinque Stelle e della coalizione di centrodestra a trazione populista targata Lega-Fratelli d'Italia. È l'operazione che Matteo Renzi lancia da Milano, teatro di un'iniziativa del ...

 
È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

Lione, (askanews) - Paul Bocuse, colui che fu soprannominato "chef del secolo", si è spento a meno di un mese dal suo novantaduesimo compleanno a Collonges-au-Mont-d'Or, suo villaggio natale e nel quale sorgeva il suo celebre ristorante, già appartenuto al nonno, nei pressi di Lione. Il "Papa" della gastronomia francese, che soffriva da alcuni anni di Parkinson, proveniva da un'antica famiglia di ...

 
Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazza d'Italia

Capodanno

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazze d'Italia

Il Capodanno diventa live nelle principali città italiane per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Da nord a sud, sono tanti gli appuntamenti musicali in piazza: eccone ...

30.12.2017