Viterbese ok

CALCIO SERIE C

Viterbese super, Pisa battuto e il sogno continua

21.05.2018 - 11:45

0

Viterbese 1

Pisa 0

RETI:  33’ pt  Sini (VC)

VITERBESE Iannarilli 7-; Celiento 6.5 Rinaldi 7- Sini 7 De Vito 6; Baldassin 6+ (28’ st Benedetti sv) Di Paolantonio 6.5 Cenciarelli 6.5; Vandeputte 6 (20’ st Peverelli sv) Jefferson 6 Calderini 6 (33’ st Sanè sv). A disp. Pini, Micheli, Atanasov, Pandolfi, De Sousa,  Bismark, Mosti, Zenuni, Mendez. All. Sottili 6.5.

PISA Voltolini 6.5; Birindelli 6 Sabotic 6 Ingrosso 6 Mannini 5.5 (1’ st Filippini 5.5); Lisi 5.5(28’ st Maza 6) Gucher 6 De Vitis 6 Di Quinzio 5.5 (20’ st Giannone sv); Masucci 5.5 (28’ st Negro sv) Eusepi 5.5. A disp. Reinholds, Campani, Lisuzzo, Maltese, Giani, Setola, Izzillo, Cagnano. All. Petrone 5.5.

ARBITRO  Zanonato di Vicenza 5.5.  

NOTE Ammoniti Mannini, Di Quinzio (P); Jefferson, De Vito, Rinaldi (VC). Spettatori 3000 circa, con larga rappresentanza ospite. Angoli 5-3 per il Pisa. Recupero pt 1’ st 3’.

La Viterbese vince ancora! E stavolta il successo è assai più importante, perché potrebbe far volare verso i quarti di finale. Subito due buone notizie: Jefferson è in campo e smette di piovere! In teoria due ottime notizie per la serata alla Palazzina, con un impegno importante come quello dei playoff che vedono arrivata a questo punto la Viterbese, che giocherà la gara di ritorno mercoledì prossimo in Toscana. C’è un buon pubblico, anche grazie ai mille arrivati da Pisa per sostenere la squadra di Petrone in maglia bianca. L’ultima volta sullo stesso campo, la Viterbese aveva dimostrato di poter avere nelle corde la vittoria, anche se allora finì con un pareggio. La Viterbese non inizia bene: il Pisa pigia sull’acceleratore e chiude i Gialloblu nella propria metà campo. Al 9′ la prima occasione con un tiro al volo di Masucci alto e cinque minuti più tardi è Mannini a mandare sopra la traversa, ma il terzo tentativo è quello più maldestro, altissima la conclusione di Birindelli, che cerca di tenere come può Calderini. Poi ci pensa Iannarilli: al 23′: cross dello stesso Birindelli, sponda di Eusepi per il destro di De Vitis e respinge il ragazzo di Alatri. Sul fronte opposto Ingrosso ferma una ripartenza della Viterbese palla a Lisi che lascia partire un destro deviato in angolo. La Viterbese si affaccia dalle parti di Voltolini al 29′ con un sinistro di Vandeputte respinto dalla difesa nerazzurra. Al 33′ fallo di Mannini al limite. Punizione gialloblu per Sini, che batte Voltolini con un sinistro rasoterra alla sinistra dell’estremo difensore nerazzurro. Viterbese in vantaggio praticamente al primo vero tiro in porta. Al 36′ ancora fallo di Mannini nello stesso punto in cui Sini, poco prima, aveva segnato. Sini ci riprova palla sulla barriera, poi ancora il numero tredici gialloblu, con Voltolini che devia in angolo. Adesso è il Pisa che rischia: Ingrosso sbaglia il controllo. palla a Jefferson fermato all’ultimo momento da Sabotic. Ma al 45′ il Pisa ha l’occasione del pari con un tiro al volo di Mannini che lambisce la base del palo.   Il secondo tempo è assai meno effervescente. Alla Viterbese basta poco per condurre in porto il punteggio della vittoria e di quel Pisa arrembante della prima mezzora di gara non si è vista più neanche l’ombra. A mercoledì prossimo! L’avventura continua!

Claudio Di Marco

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018