Minaccia la vicina con la roncola

IN TRIBUNALE

Minaccia la vicina con la roncola

19.06.2017 - 20:53

0

“Se non la smetti ti tagliamo la testa”. E’ la minaccia che una quarantenne avrebbe dovuto subire solo perché protestava contro il taglio di una quercia che stava all’interno della sua proprietà. I fatti risalgono all’aprile del 2012 e per quei presunti “avvertimenti” sono a processo per rispondere del reato di minacce due pensionati, parenti tra di loro.
Tutto risale alla primavera di 5 anni fa quando i due iniziarono a tagliare una quercia che stava poco al di fuori dalla proprietà della presunta vittima, una donna di origini albanesi, nelle campagne tra Oriolo e Vejano. La donna, infatti, sosteneva che quella pianta ricadeva nella sua proprietà dove tuttavia, come hanno poi accertato gli agenti della Forestale che intervennero in seguito alla lite scoppiata tra le due famiglie.
La donna e i due confinanti discussero più volte, con toni piuttosto accesi, una volta addirittura davanti ai Forestali (oggi carabinieri) che erano intervenuti dopo la richiesta di una “consulenza” da parte dei militari dell’Arma.
L’episodio è stato ricostruito ieri in aula da uno dei Forestali che intervennero sul posto per stabilire la proprietà della quercia. Mentre i forestali stavano facendo i rilievi - secondo quanto riferito in aula dall’agente - i due uomini avrebbero iniziato a minacciare pesantemente la vicina. “Se non la smetti vado a casa a prendere il fucile e ti sparo”, le avrebbe detto il più giovane degli imputati, mentre quello più anziano, che al momento dell’intervento dei forestali stava tagliando della legna con una roncola, avrebbe alzato in aria l’arnese minacciando a sua volta la vicina: “Attenta che con questa ti taglio la testa”.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 20 GIUGNO O NELL'EDICOLA DIGITALE

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Roma, (askanews) - Rigopiano, un anno dopo. Il 18 gennaio segna la data della tragedia avvenuta nel comune di Farindola, in Abruzzo, quando una slavina si è staccata da una cresta sovrastante e ha investito l'albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort. Morirono 29 persone. In queste immagini, diffuse dal Soccorso Alpino, si ripercorre la tragedia, ma anche i salvataggi degli uomini impegnati nelle ...

 
Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazza d'Italia

Capodanno

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazze d'Italia

Il Capodanno diventa live nelle principali città italiane per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Da nord a sud, sono tanti gli appuntamenti musicali in piazza: eccone ...

30.12.2017