Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 21:25

Serie D

Monterosi, sconfitta incredibile: l'Arzachena segna due gol dall'89' (2-1)

Monterosi, sconfitta incredibile: l'Arzachena segna due gol dall'89' (2-1)

RETI: 40’ pt Palumbo (M); 44’ st Branicki (A), 48’ st N. Sanna (A)

ARZACHENA (4-3-1-2): Ruzittu, D'Alterio, Brack, Aiana (4’ st Aloia), Mithra, Bonacquisti, Sbardella, Nuvoli, Oggiano (31’ st N. Sanna), A. Sanna, Branicki. A disp. Aramu, Petroni, Capezzuto, Mulas, Scano, Verachi, Salvini. All. Giorico

MONTEROSI (4-4-2): Mazzoleni, Tagliaferri, Salvatori, Gasperini, Montesi (16' st Lommi), Costantini, Matuzalem, Palumbo, Palombi (22’ st Barone), Pippi, Fanasca (33’ st Piro). A disp. Scarsella, Baylon, Buono, Peronullo, Sivilla, Manomi. All. D’Antoni

ARBITRO: Marcenaro di Genova (Donato e Pellegrini)

NOTE: ammoniti Sbardella (A), Matuzalem (M), Salvatori (M), Nuvoli (A), Aloia (A), Lommi (M).  Espulso N. Sanna (A) per doppia ammonizione.

E' una sconfitta incredibile, quella maturata ad Arzachena per il Monterosi che, a 1' dallo scadere del tempo regolamentare, era addirittura in vantaggio sull'Arzachena, con la prospettiva di consolidare il primato in classifica, mettere quasi un baratro tra sé e la formazione sarda e mantenere il Rieti a distanza di sicurezza.

Invece i sardi hanno dapprima pareggiato, poi addirittura segnato la rete della vittoria, relegando così Matuzalem e compagni addirittura al terzo posto in graduatoria. Oggi infatti la classifica, dopo 23 turni, dice: Rieti 49, Arzachena 48, Monterosi 47, L'Aquila 45.

I biancorossi viterbesi erano andati in vantaggio al 40'. Pippi, servito splendidamente in profondità da Tagliaferri, era arrivato sul fondo e aveva messo in mezzo, trovando la testata vincente dell'accorrente Palumbo.

Nella ripresa, dopo aver sfiorato il 2-0 in almeno un paio di occasioni (Pippi al 34', con una girata all'altezza del dischetto, Piro al 37', tiro a girare fuori di poco), si arriva all'incredibile finale.

Al 44' Branicki, dopo una punizione battuta da Nuvoli e una fortunosa serie di rimpalli, si ritrova a tu per tu con il portiere e da due passi non sbaglia.

Al 3' di recupero, campanile in area su una conclusione di Branicki, N. Sanna svetta su tutti, colpisce di testa e batte il portiere con una sorta di pallonetto.

Più letti oggi

il punto
del direttore