La Viterbese si impantana a Prato: ko su un campo quasi impraticabile (2-0)

Lega Pro

La Viterbese si impantana a Prato: ko su un campo quasi impraticabile (2-0)

0

RETI: 38' pt Moncini; 44' st Checchin

PRATO (4-2-3-1): Melgrati; Catacchini, Marzorati, Martinelli, Tomi; Checchin, Gargiulo; Piscitella (21'st Ceccarelli), Tavano, Di Molfetta (46'st Romano); Moncini (26'st De Marchi). A disp. Layeni, Carcuro, Danese, Malotti, Brondi, Benucci, Beduschi. All. Monaco

VITERBESE (4-4-2): Iannarilli; Celiento, Pacciardi, Dierna, Varutti; Falcone (1'st Battista), Cenciarelli, Doninelli (43'st Tortolano), Sandomenico (1'st Jallow); Neglia, Jefferson. A disp.  Pini, Cuffa, Micheli, Miceli, Pandolfi, Cardore. All.Pagliari

ARBITRO: Gariglio di Pinerolo (Kamal Jouness di Torino e Gualtieri di Asti).

NOTE: ammoniti Marzorati (P); Iannarilli, Jefferson (VC). Recupero: 0' e 3. Spettatori 700 circa (una cinquantina gli ospiti).

Su un campo al limite della praticabilità, tanto che l'arbitro prima di iniziare ha più volte valutato, insieme ai capitani, se ci fossero le condizioni per andare in campo, la Viterbese rimedia una brutta sconfitta contro un Prato in ripresa.

Va detto che il pantano sul quale si è giocato ha penalizzato la squadra più tecnica, quella gialloblù, che non ha saputo adeguarsi alle esigenze offrendo una prova in colore, chiusa con un ko meritato.

La gara sarebbe potuta cambiare se Neglia, ancora sullo 0-0 (al 33'), non si fosse visto negare dal palo il gol del possibile 0-1.

Invece, cinque minuti dopo, è stato il Prato ad andare in vantaggio grazie a una rete di Moncini, che si è involato verso Iannarilli, che ha battuto, approfittando di un pasticcio tra Dierna e Pacciardi.

La reazione gialloblù non è stata produttiva, ed anzi è stato Iannarilli (ancora una volta il migliore) a negare in diverse occasioni il raddoppio alla squadra che Francesco Monaco ha rigenerato.

Raddoppio che comunque è arrivato a 2' dalla fine, quando Checchin ha definitivamente spento la fiammella di speranza per un pari in extremis dei gialloblù.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio. Clamorosa rivelazione del capitano romanista". Poi, "Ilary di nuovo incinta, partito il toto-nome". E infine, "Totti sul grande schermo, sarà lui il prossimo James Bond di 007". Il capitano della Roma, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook, legge una serie di titoli inventati e quindi commenta: "Ah regà, ma ancora credete a queste cose? Io mi sono ...