Falsa manutenzione, ecco come funzionava il “sistema Cotral”

Viterbo

Falsa manutenzione, ecco come funzionava il “sistema Cotral”

18.01.2017 - 09:48

0

L’inchiesta della Guardia di Finanza sulla truffa attorno alle false manutenzioni degli autobus Cotral (LEGGI) ha sollevato il coperchio di un pentolone di malaffare: un vero “Sistema Cotral”, come lo definisce il gip Massimo Battistini, e cioè “reiterazione nel tempo di omissioni e irregolarità nelle lavorazioni, che di fatto hanno costituito la norma e non l’eccezione.

La Finanza ha indagato a campione su 57 situazioni nell’arco di due anni, e su tutte e 57 ha rilevato episodi illeciti: un vero record.

La sicurezza dei passeggeri (ma anche degli autisti) e l’efficienza del servizio erano l’ultimo dei problemi

La filiera dei “servitori infedeli” del servizio pubblico di trasporti era lunga, e non poteva non contare su un ventaglio ampio di complicità: in primis le ditte di ricambi e manutenzione, che si arricchivano sulle spalle del Cotral, e quindi dei contribuenti; quindi alcuni dirigenti locali, responsabili tecnici, operai, addetti alle officine.

I pm avevano chiesto l’arresto per 15 persone, ottenendo però soltanto quello di Mauro Valentini, 55 anni, titolare di una ditta di Ladispoli; tra gli indagati ci sono dipendenti di quasi ogni deposito Cotral.

Pezzi di ricambio usati venivano fatturati come nuovi. Addirittura, nel caso in cui Cotral forniva i pezzi da montare, si è scoperto che questi non finivano sugli autobus (che in alcuni casi erano in servizio nel momento in cui risutavano in officina) ma in un deposito clandestino per essere poi rivenduti come nuovi alla stessa ditta fornitrice di Cotral, dopo aver rimosso le etichette.

I riscontri eseguiti su circa 1.400 vetture, cioè quasi tutti gli autobus Cotral, hanno messo in evidenza inoltre che anche i cronotachigrafi digitali in dotazione ai bus di linea non venivano revisionati: l'impresa affidataria dell'appalto ne certificava falsamente la taratura e incassava senza aver svolto il lavoro.

Analizzando i tracciati dei sistemi di localizzazione installati a bordo dei pullman, gli investigatori hanno potuto verificare che, nelle date in cui veniva attestata la revisione, le vetture di linea si trovavano in servizio o erano ferme nei depositi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, scienza e tecnologia sulla scena del crimine

Milano, scienza e tecnologia sulla scena del crimine

Milano (askanews) - E' grazie a scienza, tecnologia e alle sempre più evolute procedure di indagine che per i responsabili dei delitti è sempre più difficile rimanere impuniti. Oggi l'indagine scientifica ha assunto un ruolo fondamentale. Basti pensare che in uno degli ultimi casi di cronaca è bastato un singolo capello ritrovato sul luogo di un grave delitto di sangue per trovare e catturare gli ...

 
Cinema, Dwayne "The Rock" Johnson conquista la Walk of Fame

Cinema, Dwayne "The Rock" Johnson conquista la Walk of Fame

Los Angeles (askanews) - Una stella sulla Walk of Fame, la celebre passeggiata degli artisti a Los Angeles, per Dwayne "The Rock" Johnson. L'attore americano, ex culturista 45enne, reso celebre dai ruoli da duro in film come "Il re scorpione", "Fast & Furious" fino ai recenti remake di "Baywatch" e "Jumanji" si è aggiudicato l'ambito riconoscimento che consacra le più famose star di Hollywood. ...

 
Orlando: biotestamento importantissima conquista di civiltà

Orlando: biotestamento importantissima conquista di civiltà

Genova (askanews) - "È assolutamente un'importantissima conquista di civiltà". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando l'approvazione della legge sul biotestamento, a margine dell'assemblea di Dems a Genova. "Voglio ringraziare - ha sottolineato il Guardasigilli - tutti i parlamentari che hanno concorso all'approvazione di questo importante atto normativo che ci fa ...

 
Orlando: Gentiloni bis? Lavoriamo per risultato chiaro

Orlando: Gentiloni bis? Lavoriamo per risultato chiaro

Genova (askanews) - "Lavoriamo per dare un risultato chiaro perché credo che l'ipotesi di nuove elezioni o di larghe intese non sia nell'interesse del Paese". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando, a margine dell'assemblea di Dems a Genova, l'ipotesi di un Gentiloni bis in caso di una situazione di stallo dopo le prossime elezioni.

 
Al Teatro Unione spettacolo dell'Accademia delle Arti Savastano

Viterbo

Al Teatro Unione spettacolo dell'Accademia delle Arti Savastano

Domenica 17 dicembre 2017, alle 18.30, si terrà al Teatro dell’Unione uno spettacolo per la presentazione al pubblico e alla stampa della Accademia delle Arti “Antonio ...

12.12.2017

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

Al Teatro dell'Unione il concerto della Banda dei Carabinieri

Viterbo

Al Teatro Unione il concerto della Banda dei Carabinieri

Concerto della Banda dell'Arma dei Carabinieri al Teatro dell'Unione di Viterbo. Giovedì 14 dicembre 2017 la Fondazione Carivit festeggia in musica i 25 anni dall'istituzione....

09.12.2017