Falsa manutenzione, ecco come funzionava il “sistema Cotral”

Viterbo

Falsa manutenzione, ecco come funzionava il “sistema Cotral”

18.01.2017 - 09:48

0

L’inchiesta della Guardia di Finanza sulla truffa attorno alle false manutenzioni degli autobus Cotral (LEGGI) ha sollevato il coperchio di un pentolone di malaffare: un vero “Sistema Cotral”, come lo definisce il gip Massimo Battistini, e cioè “reiterazione nel tempo di omissioni e irregolarità nelle lavorazioni, che di fatto hanno costituito la norma e non l’eccezione.

La Finanza ha indagato a campione su 57 situazioni nell’arco di due anni, e su tutte e 57 ha rilevato episodi illeciti: un vero record.

La sicurezza dei passeggeri (ma anche degli autisti) e l’efficienza del servizio erano l’ultimo dei problemi

La filiera dei “servitori infedeli” del servizio pubblico di trasporti era lunga, e non poteva non contare su un ventaglio ampio di complicità: in primis le ditte di ricambi e manutenzione, che si arricchivano sulle spalle del Cotral, e quindi dei contribuenti; quindi alcuni dirigenti locali, responsabili tecnici, operai, addetti alle officine.

I pm avevano chiesto l’arresto per 15 persone, ottenendo però soltanto quello di Mauro Valentini, 55 anni, titolare di una ditta di Ladispoli; tra gli indagati ci sono dipendenti di quasi ogni deposito Cotral.

Pezzi di ricambio usati venivano fatturati come nuovi. Addirittura, nel caso in cui Cotral forniva i pezzi da montare, si è scoperto che questi non finivano sugli autobus (che in alcuni casi erano in servizio nel momento in cui risutavano in officina) ma in un deposito clandestino per essere poi rivenduti come nuovi alla stessa ditta fornitrice di Cotral, dopo aver rimosso le etichette.

I riscontri eseguiti su circa 1.400 vetture, cioè quasi tutti gli autobus Cotral, hanno messo in evidenza inoltre che anche i cronotachigrafi digitali in dotazione ai bus di linea non venivano revisionati: l'impresa affidataria dell'appalto ne certificava falsamente la taratura e incassava senza aver svolto il lavoro.

Analizzando i tracciati dei sistemi di localizzazione installati a bordo dei pullman, gli investigatori hanno potuto verificare che, nelle date in cui veniva attestata la revisione, le vetture di linea si trovavano in servizio o erano ferme nei depositi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018