Appalti truccati, revocati gli arresti domiciliari

Acquapendente

Appalti truccati, revocati gli arresti domiciliari

11.01.2017 - 12:34

0

E' partito il processo per l’inchiesta “Vox Populi”, nella mattinata di martedì 10 gennaio 2017.

In tribunale, dopo il decreto di giudizio immediato (LEGGI), davanti al collegio formato dal giudice Silvia Mattei (presidente), Rita Cialoni e Giacomo Autizi (a latere), sono comparsi gli imprenditori Fabrizio Galli e Marco Bonamici, il dipendente comunale Vincenzo Palumbo e l’ex dipendente Ferrero Friggi, che devono rispondere di turbativa d’asta perché accusati di aver messo in piedi un sistema che pilotava gli affidamenti e le gare d’appalto per lavori nel Comune di Acquapendente.

Al termine della giornata, alle 17, i giudici hanno sciolto la riserva sulle richieste avanzate dai difensori rispetto alle misure cautelari.

Il collegio ha revocato gli arresti domiciliari per i 4 imputati. I due imprenditori non potranno comunque avere rapporti con la pubblica amministrazione per i prossimi 8 mesi, mentre Friggi e Palumbo non potranno esercitare funzioni pubbliche nei comuni.

Durante l’udienza di ieri si sono costituite le parti civili.

Nessun problema per il Comune di Acquapendente, mentre sulle altre richieste c’è stata battaglia con le difese degli imputati (gli avvocati Enrico Valentini, Francesco Bruno e Claudia Polacchi).

Sono state accolte le richieste di costituzione di parte civile per le imprese Gioacchini Sante sas (rappresentata dall’avvocato Angelo Di Silvio) e quella della Gmg Costruzioni (rappresentata dall’avvocato Fabrizio Rizzello).

(Servizio completo sul Corriere di Viterbo dell’11 gennaio 2017 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...

 
Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Caprarola

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Domenica 2 aprile come ogni prima domenica del mese l'ingresso allo splendido Palazzo Farnese di Caprarola era gratuito e aperto a tutti. Una ghiotta occasione per ammirarne le ...

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

Annuncio a sorpresa

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

“Ci siamo fidanzati 11 mesi fa ma il nostro è stato davvero amore a prima vista e Alessandro mi ha chiesto di sposarlo dopo appena due mesi che uscivamo insieme”. Lo ha rivelato ...