Cerca

Venerdì 20 Gennaio 2017 | 14:54

Viterbo

La crisi ha fatto un’altra vittima: ha chiuso la pasticceria Catanese

La crisi ha fatto un’altra vittima: ha chiuso la pasticceria Catanese

Dopo oltre quarant’anni di onorata attività ha chiuso la pasticceria Catanese di via Roma, a Viterbo.

Ha chiuso il giorno dell’Epifania, che così, insieme alle feste, si è portata via anche un pezzo di storia gastronomica viterbese.

La pasticceria era stata aperta nel 1972 da Rosario Catanese, all’epoca uno dei quattro più famosi pasticceri del Caffè Schenardi.

Dopo la morte di Rosario, l’attività era stata portata avanti dal figlio Tonino, il quale ha dovuto alla fine arrendersi sotto i morsi di una crisi che non risparmia niente e nessuno.

La pasticceria Catanese, tra le altre cose, era uno dei pochi locali che restava sempre aperto durante le festività, quando molte altre attività abbassavano le saracinesche.

“Ringrazio tutti i miei amici e clienti che mi hanno sostenuto in questi anni - dichiara Rosario Catanesi - ma purtroppo, nonostante i miei sforzi, la situazione era diventata insostenibile”.

Più letti oggi

il punto
del direttore