Sicurezza, illuminazione e pulizia: sos dei commercianti del centro

Viterbo

Sicurezza, illuminazione e pulizia: sos dei commercianti del centro

21.11.2016 - 09:42

0

Illuminazione pubblica, parcheggi, sicurezza, servizi minimi essenziali.

Forse è arrivato il momento, dice Gaetano Labellarte dell’associazione tra i commercianti “Facciamo Centro”, di fare qualche considerazione pubblica sullo stato (di degrado) in cui versa il centro della nostra città.

“Se è vero - nota - che ormai ci siamo abituati alle luci a led, che di certo non hanno migliorato la situazione, non si può non constatare che via Marconi, piazza del Sacrario e diverse altre zone sono completamente al buio e sappiamo bene tutti i disagi che ciò comporta: in primis, mi riferisco alla sicurezza, anche in considerazione del fatto che queste zone sono diventate ricettacolo di gruppi avvezzi all’uso di alcol e forse di altro, il che non invoglia certo i viterbesi a girare e a passeggiare”.

Sono tre anni - va avanti - che faccio presente questa situazione. Ne ho parlato con tre assessori: Saraconi, Vannini e ora Tofani, ma se i primi due, pur avendo mostrato grande sensibilità, hanno l’alibi di essere durati poco per realizzare il nostro sogno di vedere la zona decentemente illuminata, Tofani e il sindaco in persona hanno rimandato la questione all’ingegner Cornacchia, il quale mi ha competentemente fornito una soluzione: il punto è che, dopo un anno, ancora non è stato fatto nulla di quanto detto a parole. Di chi sarà la colpa? Sicuramente mia, dicono dalla base, perché non ho mostrato i muscoli e i denti”.

Altra questione sollevata da Labellarte riguarda sempre via Marconi: “Quanti sanno che in questa strada si può transitare con l’auto tutta la settimana tranne la domenica e i festivi? Pochi (per sua stessa ammissione non lo sapeva neanche il sindaco). Il nostro obbiettivo, vista la carenza di posti auto all’interno della città, deve essere quello di facilitare l’accesso al Sacrario, che oggi conta una media tutti i giorni, escluso il weekend, di 250 posti liberi. E invece questo parcheggio resta vuoto perché la gente non sa dove passare: tutto a causa di un cartello sibillino con il divieto di transito posto proprio all’inizio di via Marconi. Peccato che quel divieto vale solo la domenica e i festivi, ma nessuno la sa. Per questo ho chiesto già tre anni fa di mettere un semaforo verde acceso per far capire che lì si può passare per accedere comodamente al parcheggio, spesa 100/200 euro. Risultato: ancora non abbiamo ottenuto nulla e non so perché”.

(Servizio completo sul Corriere di Viterbo del 21 novembre 2016 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Milano, (askanews) - Come categoria professionale, non è molto conosciuta. Ma costitusce un tassello chiave dell'industria 4.0, uno degli elementi cruciali per vincere la sfida della competitività delle imprese che si gioca su scala planetaria. E' il mondo dei buyer, i responsabili degli acquisti delle aziende e dei professionisti del supply management, la catena di fornitura delle imprese che ...

 
Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Valencia (askanews) - "Crediamo che questo sia punto di svolta, le cose adesso potrebbero andare molto bene o molto male, i cittadini sono informati e possono scegliere se andare verso una situazione di soccorso organizzato in mare o tornare al Medioevo". A parlare è Alessandro Porro (a destra) uno dei soccorritori di Sos méditerranée a bordo dell'Aquarius che insieme al collega Massimo Pelletti ...

 
Sos Méditerranée: Crociere? Chi lo dice lo provi sulla sua pelle

Sos Méditerranée: Crociere? Chi lo dice lo provi sulla sua pelle

Valencia (askanews) - "Siamo ben distanti da una nave da crociera", chi lo dice dovrebbe "partire con un gommone e a vedere sulla sua pelle quello che è, poi magari cambierebbe idea". A parlare sono due soccorritori dell'Aquarius, la nave carica di migranti rifiutata dall'Italia e sbarcata a Valencia, in Spagna domenica. Alessandro Porro (a destra) e Massimo Pelletti (a sinistra) rispondono alle ...

 
Terremoto in Giappone, le immagini della scossa ad Osaka

Terremoto in Giappone, le immagini della scossa ad Osaka

Osaka (askanews) - Una forte scossa di terremoto in Giappone, vicino a Osaka, ha provocato almeno tre vittime e centinaia di feriti, secondo un primo bilancio ancora da definire. La scossa è stata registrata intorno alle 8 del mattino: le scuole sono state chiuse, i trasporti sono fermi. Le immagini diffuse dagli utenti sul Web mostrano la forza del terremoto che ha scosso la seconda città del ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018