Cerca

Giovedì 08 Dicembre 2016 | 16:59

Acquapendente

Maxi rissa tra immigrati, 15 denunce. Ferito anche il mediatore culturale

carabinieri di notte

Operazione dei carabinieri

In 15 finiscono nei guai per la maxi rissa che è scoppiata qualche giorno fa in un centro di accoglienza situato in una struttura ricettiva nel territorio comunale (LEGGI).

I carabinieri hanno denunciato i partecipanti alla zuffa che, secondo una prima ricostruzione, sarebbe scoppiata dopo una discussione, forse per motivi religiosi, un cittadino del Gambia e un nigeriano.

I militari erano intervenuti con 6 pattuglie in servizio esterno che una volta giunte sul posto avevano fatto disperdere tutti i partecipanti ristabilendo l’ordine pubblico.

Nello stesso tempo i carabinieri notavano il ferimento del mediatore culturale che era stato aggredito ed aveva ricevuto dei pugni riportando una “contusione periorbitaria e delle ossa nasali” giudicata guaribile in 8 giorni di prognosi dai sanitari dell’ospedale di Acquapendente.

E' stata così avviata subito un’attività d’indagine da parte dei carabinieri della stazione di Acquapendente con la collaborazione del nucleo operativo di Montefiascone che, dopo aver sentito alcuni testimoni, ha permesso di identificare e denunciare alla Procura della Repubblica di Viterbo i soggetti responsabili, in prevalenza di nazionalità nigeriana e gambiana.

Più letti oggi

il punto
del direttore