Inchiesta appalti e telefonate a luci rosse: è sempre più giallo

Acquapendente

Inchiesta appalti e telefonate a luci rosse: è sempre più giallo

29.10.2016 - 10:29

0

E’ sempre più giallo sulla notizia, data da una testata on line, secondo la quale all’interno delle intercettazioni telefoniche dell’inchiesta sui presunti appalti truccati ad Acquapendente esisterebbero conversazioni a luci rosse tra un non meglio identificato politico e una sua amante. Di esse non esiste infatti traccia nelle carte ufficiali in mano ai legali. Come spiega l’avvocato Valentini - difensore di Galli, Friggi e Bonamici - “si tratta di una circostanza del tutto sconosciuta. Personalmente, ho chiesto chiarimenti ai pubblici ministeri, ma anche da parte loro è stata ribadito che non c’è nulla di nulla”.

Notizia allora inventata di sana pianta? “Trovo alquanto strano - prosegue Valentini - che un giornalista possa lavorare con tanta fantasia”. “Sarebbe gravissimo - aggiunge - se qualche inquirente avesse intercettato telefonate sessuali e, pur non avendole inserite nei fascicoli in quanto non attinenti all’indagine, sia andato a raccontarle. Personalmente, non credo neppure a quest’ultima eventualità, ma delle riflessioni vanno necessariamente fatte”.

Insomma, in teoria queste presunte intercettazioni “calde” potrebbero essere avvenute, ma non dovevano né potevano essere messe agli atti: non è consentito dalla legge. La stessa legge però vieta anche ai pubblici ufficiali che si occupano dell’ascolto e della trascrizione di raccontare in giro eventuali notizie di cui vengono a conoscenza e che non hanno rilevanza penale. “Motivo per cui - è il ragionamento di Valentini - bisogna andare in fondo a questa storia. Ripeto, non credo che qualcuno abbia raccontato qualcosa, ma si tratta di una mia convinzione e basta. A questo punto è necessario averne certezza”.

Nel frattempo Valentini fa sapere che sono state fissate per il 3 novembre 2016 le udienze del riesame sia per i sequestri effettuati, e in questo caso la competenza è in capo ai giudici di Viterbo, sia per quanto riguarda gli arresti: qui dovrà decidere Roma.

Fanno infine discutere sui social le considerazioni del segretario provinciale del Pd Andrea Egidi, secondo il quale la pubblicazione degli atti dell’inchiesta da parte dei giornali farebbe ravvisare una sorta di gogna mediatica ai danni degli ex amministratori finiti nell’indagine. “Persone - dice Egidi, riferendosi all’ex sindaco aquesiano - di provata moralità, che non si meritano questo trattamento”.

(Servizio completo sul Corriere di Viterbo del 29 ottobre 2016 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mons. Galantino: morte Riina non sia abbassamento guardia

Mons. Galantino: morte Riina non sia abbassamento guardia

Bologna (askanews) - La morte del boss di Cosa Nostra, Totò Riina, non sia "un abbassamento rispetto a un problema grosso", come quello delle mafie, a cui sono legate tante altre persone. E' l'auspicio del segretario della Cei, mons. Nunzio Galantino. "Mi auguro, ma sono certo che sarà così - ha detto mons. Galantino a margine di un convegno promosso da Dems a Bologna - che la morte di Riina non ...

 
Gentiloni: mi aspetto da Ue riconoscimento progressi Italia

Gentiloni: mi aspetto da Ue riconoscimento progressi Italia

Goteborg (askanews) - "Sono ottimista per la ripresa della crescita in Italia, finalmente. E' una ripresa molto significativa. Attualmente le previsioni per quest'anno sono esattamente il doppio di quello che erano alcuni mesi fa. Poi certamente la crescita va incrementata, accompagnata e accudita, il bilancio italiano rispetta le regole Ue e accompagna questa crescita, dall'Ue non mi aspetto ...

 
Da lusso a necessità, con la domotica la casa si comanda via app

Da lusso a necessità, con la domotica la casa si comanda via app

Milano, 17 nov. (askanews) - Automazione per la sicurezza ed efficienza energetica delle abitazioni con l'obiettivo del risparmio: sono i due temi forti di Smart building Expo, nuovo format fieristico nell'ambito di Sicurezza 2017. Qui si parla di connettività: il piano banda ultra larga prevede investimenti di 10 miliardi di euro nei prossimi due anni ed entrerà direttamente nelle nostre case, ...

 
Salerno, i funerali delle 26 migranti morte in mare il 3 novembre

Salerno, i funerali delle 26 migranti morte in mare il 3 novembre

Salerno, (askanews) - Una rosa bianca su ciascuna delle 26 bare delle ragazze nigeriane morte in mare il 3 novembre scorso al largo delle coste libiche. Su un feretro anche una rosa azzurra e una rosa per ricordare i due bimbi mai nati di una delle due ragazze incinte che portava in grembo due gemelli. C'è stata grande commozione ai funerali di queste vittime della disperazione celebrati al ...

 
Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017

Ricco il cartellone della stagione teatrale del "Lea Padovani"

Montalto di Castro

Ricco il cartellone della stagione teatrale del "Lea Padovani"

Parte domenica 5 novembre 2017 la stagione teatrale del teatro comunale Lea Padovani di Montalto di Castro.  Sette gli spettacoli, con nomi e opere di grande prestigio. ...

01.11.2017