Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 14:37

Acquapendente

Appalti truccati, diecimila pagine di documenti e intercettazioni

Appalti truccati, diecimila pagine di documenti e intercettazioni

Ora è il momento di leggere le carte dell’inchiesta a partire da quelle 104 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare che ha mandato agli arresti domiciliari gli imprenditori Fabrizio Galli e Marco Bonamici, i dipendenti del Comune di Acquapendente Ferrero Friggi e Vincenzo Palumbo e il funzionario della Regione Lazio Giorgio Maggi.

Dopo l’interrogatorio di garanzia di mercoledì il gip Stefano Pepe ha deciso di confermare la misura cautelare. Nessun alleggerimento, almeno per ora.

I cinque restano agli arresti domiciliari, mentre l’inchiesta, che preannuncia importanti sviluppi, va avanti.

In quattro hanno scelto di non parlare davanti al gip (LEGGI), mentre l’ingegnere Vincenzo Palumbo, assistito dall’avvocato Claudia Polacchi, ha deciso di rispondere per circa un’ora alle domande spiegando la sua estraneità ai fatti.

Confermate le misure cautelari, adesso i difensori stanno studiando le prossime mosse. Probabilmente verranno presentati dei ricorsi al tribunale del Riesame, ma bisognerà attendere ancora qualche giorno.


(Servizio completo sul Corriere di Viterbo del 21 ottobre 2016 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)

Più letti oggi

il punto
del direttore