Cerca

Domenica 26 Febbraio 2017 | 04:20

Acquapendente

Appalti truccati, altre persone iscritte nel registro degli indagati

Appalti truccati, altre persone iscritte nel registro degli indagati

Nella mattinata di mercoledì 19 ottobre 2016 appuntamento davanti al gip Stefano Pepe i cinque arrestati nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti truccati e le licenze commerciali “facili” ad Acquapendente: i tecnici del Comune Ferrero Friggi e Vincenzo Palumbo, gli imprenditori Fabrizio Galli e Marco Bonamici e il funzionario regionale Giorgio Maggi.

(LEGGI LA NOTIZIA)

Quest’ultimo risulta già indagato dalla Procura di Roma per falso, truffa e abuso d’ufficio: avrebbe prodotto, secondo l’accusa, documenti falsi per fare carriera in via Cristoforo Colombo.

L’inchiesta, come già evidenziato nella nota del procuratore capo Paolo Auriemma, prosegue e non si escludono nuovi sviluppi. Stando alle voci che circolano nei corridoi del palazzo di giustizia ci sarebbero già altre persone iscritte nel registro degli indagati.

Dal canto suo, l’ex sindaco di Acquapendente, Alberto Bambini, interpellato dal Corriere di Viterbo, ha asserito di non essere mai stato ascoltato in procura, perlomeno su questa inchiesta.

(Servizio completo sul Corriere di Viterbo del 19 ottobre 2016 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)

Più letti oggi

il punto
del direttore