Truffa all’Inps, tirato in ballo Ghinassi

acquapendente

Truffa all’Inps, tirato in ballo Ghinassi

20.04.2016 - 22:39

0

Il suo nome l’ha tirato in ballo, lunedì scorso, il quotidiano La città di Salerno, in un articolo riguardante una presunta maxi truffa all’Inps messa in atto da alcuni dirigenti dell’istituto in merito ai verbali di disconoscimento dei lavoratori fasulli in agricoltura. Lui, Angelo Ghinassi, ex dirigente Inps e oggi libero professionista, candidato a sindaco del Pd alle comunali aquesiane, annuncia querele, dichiarandosi del tutto estraneo ai fatti in questione.

“Un trucchetto, scoperto dagli 007 dei carabinieri della Procura di Nocera inferiore - riporta il giornale campano - e che fa tremare l’istituto di previdenza. Ottantuno gli iscritti nel registro degli indagati, otto alti dirigenti in servizio a Roma tra il 2011 e il 2014 indagati per falso e truffa aggravata, per omessi controlli, in concorso con 73 funzionari, ispettori e dirigenti di tutte le sedi campane”.

“Non mi risulta, da prime verifiche, di essere coinvolto in questa storia e non ho ricevuto avvisi di garanzia”, assicura Ghinassi, che in proposito ha scritto una lettera aperta per chiarire la sua posizione. 

I fatti su cui si indaga risalgono agli anni 2010-2014 quando Ghinassi era dirigente della direzione centrale pianificazione dell’Inps, responsabile “della consuntivazione dei risultati di performance, utilizzati per il pagamento delle retribuzioni di risultato dei dipendenti dell’istituto”.

"Sembrerebbe, sempre dagli articoli di stampa - continua il candidato a sindaco - che la Procura di Nocera inferiore, nell’ambito di una più vasta indagine sui falsi rapporti di lavoro in agricoltura, abbia ravvisato delle irregolarità nelle modalità con cui gli ispettori di vigilanza dell’Inps, operanti nella provincia di Salerno, hanno alimentato il sistema informativo delle ispezioni, alterando così i dati di consuntivo relativi alla loro attività. La direzione centrale dell’Inps, nella quale operavo - puntualizza Ghinassi - nulla poteva rispetto al controllo e alla validazione di questi dati, non essendo peraltro abilitata all'accesso nel sistema informativo della vigilanza ispettiva ed essendo pressoché impossibile procedere al controllo incrociato di centinaia di migliaia di verbali ispettivi cartacei".

(Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 21 aprile 2016 o sull'edicola digitale)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Sudafrica (TMNews) - Scatti che raccontano una vita. E se si tratta di Mandela, le istantanee finiscono per fotografare la storia. A partire dagli anni della gioventù fino alla maturità, in chiaro scuro: sono gli anni della battaglie politiche contro l'apartheid in Sudafrica, dell'amore e del matrimonio con Winnie e poi dei processi fino alla condanna all'ergastolo nel 1964 e la prigionia a ...

 
Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Milano (TMNews) - L'uomo destinato a cambiare la storia è nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, il 18 luglio del 1918. Qui Nelson Mandela capisce il prezzo della libertà, in questo caso la sua: a poco più di 20 anni fugge dal villaggio ribellandosi al capo tribù che lo aveva destinato ad un matrimonio combinato. Così comincia ad urlare il suo no alle ingiustizie, ...

 
Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

(Agenzia Vista) Milano, 17 luglio 2018 Sono in totale otto gli indagati: sette per spaccio di sostanze stupefacenti, uno per il reato di riciclaggio. Sono questi i numeri di un'operazione della polizia di Milano partita da un'indagine condotta nei mesi scorsi in zona Comasina del capoluogo lombardo stando a quanto riportato, il gruppo criminale si stava ricostituendo dalla base aveva spostato la ...

 
Si da fuoco in strada a Milano, ecco la testimonianza della donna che ha portato l'estintore

Si da fuoco in strada a Milano, ecco la testimonianza della donna che ha portato l'estintore

(Agenzia Vista) Milano, 17 luglio 2018 "Io ero al bar e ho visto questo ragazzo che si buttava a terra, sono andata e ho capito subito che si stava per gettare la benzina addosso. Arrivando la polizia che ha inseguito il ragazzo io ho preso un estintore in farmacia che ho dato alla guardia di Finanza, ma non l'ho salvato io è stata tutta una casualità". Lo ha raccontato una testimone che, nel ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018