Impianto rifiuti, tutti sul piede di guerra

canino

Impianto rifiuti, tutti sul piede di guerra

18.03.2016 - 20:19

0

Il Comune di Montalto dice no al progetto per la realizzazione di un impianto per il trattamento e la trasformazione della frazione umida della nettezza urbana, della pollina (il letame degli allevamenti di polli) e della glicerina. Progetto illustrato due giorni fa in Comune nel corso di un’affollata assemblea pubblica alla presenza del sindaco Pucci. L’impianto dovrebbe sorgere nel territorio di Canino, ma al confine con quello di Montalto, a pochissimi chilometri, in linea d’aria, dal centro abitato. 

“Stando a quanto illustrato dagli stessi promotori del progetto - dice il consigliere comunale di Montalto di Castro Matteo Carmignati - si tratterebbe di un prototipo, non esistendone altri già realizzati, e quindi non c’è nessuna garanzia reale che quanto prospettato coincida con la realtà. Sembra invece che questo tipo di impianto sia già stato rifiutato da Tarquinia e Cellere”.

Il piano industriale prevede il trattamento di circa 190 tonnellate di materiale al giorno, che verrebbe poi messo ad essiccare all’aperto, per la successiva trasformazione in compost, in un terreno di circa sei ettari.

“Se pensiamo che il Comune di Montalto di Castro - ancora Carmignati - produce al giorno poco più di una tonnellata di umido è facile capire che il sito in questione diventerebbe ben presto la destinazione prediletta dell’immondizia di tutto il Nord del Lazio fino a Roma”.

“E’ incredibile - conclude Carmignati - che le amministrazioni locali prendano anche solo in considerazione la realizzazione di tali impianti, non solo per i rischi legati all’ambiente ed alla salute pubblica. Dopo che per anni si è cercato di elevare la qualità dei nostri prodotti agricoli, tra l’altro con risultati eccellenti, basti pensare all’olio, agli asparagi, ai meloni e agli ortaggi in generale, oggi si può mettere tutto questo a repentaglio autorizzando un impianto che potrebbe avere effetti devastanti su tutto il nostro territorio?”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco Sergio Caci, secondo il quale “il modo migliore per valutare la validità di questi impianti è comportarsi come ha fatto la nostra amministrazione nel 2012: portare i progetti in Consiglio comunale e far votare i rappresentanti dei cittadini”. “Noi - aggiunge - i progetti li bocciammo perché ritenemmo che erano delle speculazioni e non delle occasioni per il territorio e continuammo ad investire in cultura, turismo e opere”. “Oggi - sempre Caci - ripensando a quel voto, è ancora grande la mia soddisfazione. Fu una decisione non semplice, considerata la pressione dell’azienda che presentò ricorso e chiese ingenti danni. Per questo, ringrazio la mia maggioranza che si prese quella grande responsabilità”.

Nei giorni scorsi Caci aveva già inviato una lettera dove chiedevo al sindaco Pucci chiarimenti in merito alla vicenda. “Rassicuro la cittadinanza - conclude - che come amministrazione comunale continueremo a monitorare la situazione giorno dopo giorno”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti: Merkel rassicura Conte, polemiche tra Macron e Di Maio

Migranti: Merkel rassicura Conte, polemiche tra Macron e Di Maio

Roma (askanews) - Non accenna a placarsi la polemica sui migranti in Italia e nel resto d'Europa. Mentre la cancelliera tedesca Angela Merkel ha rassicurato il primo ministro Conte sulla revisione della bozza d'accordo in vista del vertice sull'immigrazione di Bruxelles di domenica 24 giugno, dalla Francia il presidente Macron ha punzecchiato il governo italiano scagliandosi contro "il ...

 
Caso nave Lifeline, Toninelli: indagine in corso, la sequestriamo

Caso nave Lifeline, Toninelli: indagine in corso, la sequestriamo

Roma (askanews) - "L'Olanda nega la nazionalità dell'imbarcazione" della ong Lifeline, "ho dunque avviato indagine di bandiera". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a proposito del caso della nave ong Lifeline battente formalmente bandiera olandese. "La Nave Ong Lifeline - dice Toninelli - agisce fuori da regole in acque Libia. Ha a bordo 224 naufraghi ...

 
Le false piste dei segni: la pittura eclettica di Walter Swennen

Le false piste dei segni: la pittura eclettica di Walter Swennen

Milano (askanews) - Lacan e Freud, ma anche Marcel Broodthaers. Filosofia, linguaggio e pittura. Ci sono molte suggestioni silenziose, almeno a una prima occhiata, nella mostra che Edoardo Bonaspetti ha curato in Triennale a Milano sull'artista belga Walter Swennen. Un'esposizione che, nella luce del piano più alto del Palazzo dell'Arte di Giovanni Muzio, mette in evidenza l'eclettismo di un ...

 
Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)
A poche ore dal ballottaggio per la poltrona di sindaco

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)

Iniziamo dalla mobilità. I taxi hanno difficoltà persino a raggiungere la redazione del Corriere. Devono inviare una mail per transitare lungo la Y storica. Cambieranno le regole? Valentini: “Abbiamo potenziato la pedonalizzazione delle strade più centrali, che chiamiamo Y storica per convenzione. In quella zona circolavano settecento veicoli al giorno, abbiamo reso più vivibile questa parte di ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018