Più rifugiati che residenti, protestano gli abitanti di Civitella Cesi

blera

Petizione contro l'arrivo dei profughi a Civitella Cesi

09.02.2016 - 15:12

1

Una petizione indirizzata al prefetto di Viterbo per chiedergli di intervenire in merito al possibile arrivo di 20 profughi nella frazione di Civitella Cesi. A lanciarla e sottoscriverla sono i cittadini del territorio di Blera.

 “I sottoscritti cittadini di Civitella Cesi - si legge nella petizione - chiedono al prefetto della provincia di Viterbo ‘di intervenire per impedire che in una piccola comunità di circa 200 persone effettivamente residenti venga aperto un centro per immigrati. Le scriviamo per manifestare la nostra fortissima preoccupazione, Civitella Cesi è una piccola frazione mal collegata ad ogni via di comunicazione, infatti abbiamo un'unica strada che ci collega al paese principale che dista da noi ben 8 km. Non siamo serviti dal servizio Cotral e l’unico collegamento pubblico è rappresentato da un mezzo dei servizi urbani di pochi posti che fa soltanto due corse al giorno, appena sufficienti per i nostri studenti e pendolari. I cellulari difficilmente trovano la linea e le comunicazioni via internet sono difficoltose. La maggior parte della popolazione - proseguono gli abitanti di Blera - lavora fuori per cui ogni giorno la frazione si svuota e vi rimangono soltanto poche decine di donne, bambini e anziani. Disponiamo solamente di un piccolo bar e non esistono altri centri di aggregazione. A nostro avviso la situazione potrebbe diventare ingestibile. Infatti, non riusciamo a capire come sia possibile mantenere la sicurezza a Civitella Cesi visto che la stazione dei Carabinieri più vicina è a Blera e conta tre unità a fronte di un territorio molto vasto da controllare in più comuni”.

“Per di più - sottolinea invece il sindaco di Blera, Elena Tolomei - a Civitella Cesi non c’è un presidio medico che garantisca una risposta immediata alle emergenze sanitarie. Inoltre, intorno alla struttura individuata ci sono soltanto piccole attività familiari che a stento riescono a produrre un minimo di reddito”.

“Per queste ragioni - concludono i sottoscrittori della petizione - ci opponiamo fortemente all'eventuale scelta di Civitella Cesi perché non crediamo che sia un posto ideale per avviare processi di integrazione o, a maggior ragione, un 'parcheggio temporaneo' per il transito di decine di immigrati in attesa di altra destinazione”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giangy42

    09 Febbraio 2016 - 18:06

    ...chi fa certe scelte cervellotiche, lo fa per fomentare solo disagi. Bravi!!!

    Report

    Rispondi

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti: Merkel rassicura Conte, polemiche tra Macron e Di Maio

Migranti: Merkel rassicura Conte, polemiche tra Macron e Di Maio

Roma (askanews) - Non accenna a placarsi la polemica sui migranti in Italia e nel resto d'Europa. Mentre la cancelliera tedesca Angela Merkel ha rassicurato il primo ministro Conte sulla revisione della bozza d'accordo in vista del vertice sull'immigrazione di Bruxelles di domenica 24 giugno, dalla Francia il presidente Macron ha punzecchiato il governo italiano scagliandosi contro "il ...

 
Caso nave Lifeline, Toninelli: indagine in corso, la sequestriamo

Caso nave Lifeline, Toninelli: indagine in corso, la sequestriamo

Roma (askanews) - "L'Olanda nega la nazionalità dell'imbarcazione" della ong Lifeline, "ho dunque avviato indagine di bandiera". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a proposito del caso della nave ong Lifeline battente formalmente bandiera olandese. "La Nave Ong Lifeline - dice Toninelli - agisce fuori da regole in acque Libia. Ha a bordo 224 naufraghi ...

 
Le false piste dei segni: la pittura eclettica di Walter Swennen

Le false piste dei segni: la pittura eclettica di Walter Swennen

Milano (askanews) - Lacan e Freud, ma anche Marcel Broodthaers. Filosofia, linguaggio e pittura. Ci sono molte suggestioni silenziose, almeno a una prima occhiata, nella mostra che Edoardo Bonaspetti ha curato in Triennale a Milano sull'artista belga Walter Swennen. Un'esposizione che, nella luce del piano più alto del Palazzo dell'Arte di Giovanni Muzio, mette in evidenza l'eclettismo di un ...

 
Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)
A poche ore dal ballottaggio per la poltrona di sindaco

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)

Iniziamo dalla mobilità. I taxi hanno difficoltà persino a raggiungere la redazione del Corriere. Devono inviare una mail per transitare lungo la Y storica. Cambieranno le regole? Valentini: “Abbiamo potenziato la pedonalizzazione delle strade più centrali, che chiamiamo Y storica per convenzione. In quella zona circolavano settecento veicoli al giorno, abbiamo reso più vivibile questa parte di ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018