Acque all’arsenico: Striscia la notizia "tira le orecchie" ai sindaci di Viterbo e Vitorchiano

L'inviato Jimmy Ghione entra nei municipi dando voce alle preoccupazioni dei cittadini. Nel Vitorchianese il depuratore c'è ma l'acqua non è potabile

23.11.2012

0

Acque all’arsenico: Striscia la notizia tira le orecchie al sindaco Marini. Quello dell’arsenico nell’acqua è un problema con il quale moltissimi viterbesi fanno i conti tutti i giorni, era pertanto inevitabile che il dissenso dei cittadini uscisse dai confini della Tuscia, arrivando alle orecchie del tg satirico Striscia la notizia.  Pochi giorni fa, infatti, l’inviato della celebre trasmissione Jimmy Ghione si è presentato negli uffici comunali per fare qualche domanda al primo cittadino. Il sindaco Marini, sorpreso dalla visita imprevista, ha sportivamente accettato di scambiare qualche parola con il giornalista di Canale 5. Incalzato dall’intervista al vetriolo, o meglio, all’arsenico, di Ghione, il sindaco ha difeso l’operato dell’amministrazione, attribuendo la mancata ottemperanza alle restrizioni dell’Unione Europea, in vigore dal prossimo gennaio, a forti ritardi nell’assegnazione dei fondi per la messa in pratica di progetti già approvati.
"Ci portiamo dietro questo problema già dal 2006 – ha dichiarato il sindaco – purtroppo le disponibilità economiche sono quel che sono, la liquidazione dei fondi segue tempistiche incompatibili con l’attuazione nei tempi previsti dall’Unione Europea. E' una condizione che ci accomuna a molti altri Comuni che, purtroppo, nel 2013 dovranno dichiarare 'non potabili' le proprie acque".
La visita a Vitorchiano E dopo Palazzo Priori, Striscia la Notizia fa incursione nella sala consiliare di Vitorchiano. Motivo della visita al primo cittadino, Nicola Olivieri, i livelli di arsenico nell'acqua. Sin qui nulla di nuovo, se non fosse che a Vitorchiano il dearsenificatore c'è e costò 420mila euro. Peccato che non garantisca le prestazioni desiderate e, ad oggi, perduri il divieto d'uso potabile delle acque della rete idrica. L'impianto di depurazione,  è entrato in funzione a ottobre 2011 e, fino a giugno 2012, ha fatto registrare concentrazioni di arsenico comprese tra 1-4 mcg per litro in linea con le direttive europee. Dall'estate scorsa, però, questi valori risultano essere altalenanti.
Gli interrogativi di Gimmi Ghione Il reporter di Striscia la Notizia, a nome della cittadinanza, ha lanciato questi interrogativi: "Perché se tutto è in regola non viene revocata l'ordinanza di non potabilità? E ancora, preso atto della situazione, perché i cittadini dovrebbero pagare le bollette?". Interrogativi che il giornalista, accompagnato da Massimiliano Baglioni, dai consiglieri D'Orazi e Fabbri e dal presidente di Confconsumatori Nobili, ha posto direttamente al sindaco Olivieri.

A cura di Elisa Conti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery