Crisi in Comune, Pistillisa di cosa parla o no?

Il Comune di Viterbo

Viterbo

Comune, scatta l'operazione recupero crediti

02.06.2017 - 12:43

0

Se l’intero bottino fosse recuperato, altro che i tre milioni piovuti come manna dal cielo sopra il defunto aeroporto di Viterbo. Di milioni di euro da spendere e spandere l’amministrazione Michelini ne avrebbe addirittura dieci.
E’ di dieci milioni di euro, infatti, l’ammontare dell’evasione tributaria nel comune di Viterbo.
Dieci milioni di euro di Ici, Imu, Tari e Tasi non versata, o parzialmente versata, dai cittadini nel corso degli anni. A Palazzo dei Priori, assessore al bilancio in primis, si sono messi l’anima in pace: di una parte di questo “maltolto” sarà difficile, se non impossibile, tornare in possesso.
Tuttavia, dal recupero di una consistente parte di queste somme dipende la fattibilità di molti degli interventi inseriti nel bilancio di previsione appena approvato. Di qui la mano dura che l’ufficio tributi ha iniziato a usare contro morosi ed evasori, i quali in questo periodo si stanno vedendo arrivare a casa gli avvisi di accertamento con annesso conto da saldare.
La lista di chi ha conti in sospeso con l’amministrazione comunale è lunga e annovera non solo persone e famiglie indigenti (alle quali, soprattutto in questi anni di durissima crisi economica, vanno ovviamente concesse tutte le attenuanti del caso) ma anche nomi, per così dire, eccellenti.
D’altra parte, quello di non pagare le tasse in Italia è un “vizio” interclassista.
Basta spulciare sull’albo pretorio del Comune per imbattersi in alcuni di questi nomi noti, che con l’amministrazione hanno aperto contenziosi proprio in ordine ai tributi non versati.
Va detto anche che errori, da una parte e dall’altra, sono sempre possibili. Molti infatti si ritrovano evasori in assoluta buonafede, altri risultano alla fine in regola con il fisco locale. Al netto di tutto ciò, la vicesindaca e assessora al bilancio Luisa Ciambella si dice fiduciosa che, al termine dell’operazione recupero crediti avviata, il Comune si ritroverà un bel gruzzolo a disposizione.
D’altra parte se non si incassa non si può spendere, ammette e avverte colei che tiene in mano i cordoni della borsa di Palazzo dei Priori.
L’assessore ai tributi respinge tuttavia l’immagine di “grande esattrice” .
“Da parte del Comune - spiega - non c’è alcuna volontà di fare cassa sulla pelle dei cittadini, tantomeno in momenti come questi. Purtroppo l’entità dell'evasione, per responsabilità varie, nel nostro comune è enorme. Recuperarne la maggiore fetta possibile è prima di tutto un dovere di un’amministrazione pubblica - conclude la vicesindaca -. Un’amministrazione che intende far valere principi fondamentali come quelli dell'equità e della giustizia”.
La morale, in definitiva, è sempre quella: pagare tutti per pagare meno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Immigrazione, Tusk e Juncker chiedono ai leader Ue più risorse

Immigrazione, Tusk e Juncker chiedono ai leader Ue più risorse

Bruxelles (askanews) - Durante il Consiglio europeo a Bruxelles, il presidente Donald Tusk ha elogiato l'impegno dell'Italia nell'arginare i flussi migratori, una situazione che sta migliorando, e ha chiesto ai leader degli Stati Ue più fondi per i prossimi anni. "L'Italia ci aiuta, e noi dobbiamo fare altrettanto con l'Italia", ha detto Tusk. Anche il presidente della Commissione europea, ...

 
Vertice Ue, Tusk: nessuno spazio per intervento Ue in Catalogna

Vertice Ue, Tusk: nessuno spazio per intervento Ue in Catalogna

Bruxelles (askanews) - Non esiste "alcuno spazio" per un intervento dell'Unione Europea nella crisi politica catalana: lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in una conferenza stampa tenuta in occasione dell'apertura del vertice dei 27 a Bruxelles. "La nostra posizione, delle istituzione e degli stati membri, è chiara, formalmente non vi è alcuno spazio per un ...

 
L'altra faccia delll'America: tre mostre politiche su Chicago

L'altra faccia delll'America: tre mostre politiche su Chicago

Milano (askanews) - L'altra faccia del sogno artistico del Novecento americano. Seguendo i percorsi mai banali del suo curatore Germano Celant, Fondazione Prada presenta nella sua sede di Milano un trittico di mostre concentrate su Chicago, dopo aver esplorato Los Angeles con le mostre su William Copley e i Kienholz, che restituiscono il senso delle cosiddette "second cities" americane. E dunque ...

 
ABB: studenti in fabbrica per vedere il lavoro del futuro

ABB: studenti in fabbrica per vedere il lavoro del futuro

Dalmine (askanews) - Una giornata in fabbrica per lanciare uno sguardo sui lavori e le tendenze tecnologiche e produttive dell'immediato futuro. E' il Secondary Technical School Day - o STS Day - organizzato a Dalmine da ABB: una giornata di studio e incontri dedicata ai ragazzi degli istituti tecnici della provincia di Bergamo. "Durante questa giornata - spiega Paolo Perani, Strategic Business ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017