Crisi in Comune, Pistillisa di cosa parla o no?

Il Comune di Viterbo

Viterbo

Comune, scatta l'operazione recupero crediti

02.06.2017 - 12:43

0

Se l’intero bottino fosse recuperato, altro che i tre milioni piovuti come manna dal cielo sopra il defunto aeroporto di Viterbo. Di milioni di euro da spendere e spandere l’amministrazione Michelini ne avrebbe addirittura dieci.
E’ di dieci milioni di euro, infatti, l’ammontare dell’evasione tributaria nel comune di Viterbo.
Dieci milioni di euro di Ici, Imu, Tari e Tasi non versata, o parzialmente versata, dai cittadini nel corso degli anni. A Palazzo dei Priori, assessore al bilancio in primis, si sono messi l’anima in pace: di una parte di questo “maltolto” sarà difficile, se non impossibile, tornare in possesso.
Tuttavia, dal recupero di una consistente parte di queste somme dipende la fattibilità di molti degli interventi inseriti nel bilancio di previsione appena approvato. Di qui la mano dura che l’ufficio tributi ha iniziato a usare contro morosi ed evasori, i quali in questo periodo si stanno vedendo arrivare a casa gli avvisi di accertamento con annesso conto da saldare.
La lista di chi ha conti in sospeso con l’amministrazione comunale è lunga e annovera non solo persone e famiglie indigenti (alle quali, soprattutto in questi anni di durissima crisi economica, vanno ovviamente concesse tutte le attenuanti del caso) ma anche nomi, per così dire, eccellenti.
D’altra parte, quello di non pagare le tasse in Italia è un “vizio” interclassista.
Basta spulciare sull’albo pretorio del Comune per imbattersi in alcuni di questi nomi noti, che con l’amministrazione hanno aperto contenziosi proprio in ordine ai tributi non versati.
Va detto anche che errori, da una parte e dall’altra, sono sempre possibili. Molti infatti si ritrovano evasori in assoluta buonafede, altri risultano alla fine in regola con il fisco locale. Al netto di tutto ciò, la vicesindaca e assessora al bilancio Luisa Ciambella si dice fiduciosa che, al termine dell’operazione recupero crediti avviata, il Comune si ritroverà un bel gruzzolo a disposizione.
D’altra parte se non si incassa non si può spendere, ammette e avverte colei che tiene in mano i cordoni della borsa di Palazzo dei Priori.
L’assessore ai tributi respinge tuttavia l’immagine di “grande esattrice” .
“Da parte del Comune - spiega - non c’è alcuna volontà di fare cassa sulla pelle dei cittadini, tantomeno in momenti come questi. Purtroppo l’entità dell'evasione, per responsabilità varie, nel nostro comune è enorme. Recuperarne la maggiore fetta possibile è prima di tutto un dovere di un’amministrazione pubblica - conclude la vicesindaca -. Un’amministrazione che intende far valere principi fondamentali come quelli dell'equità e della giustizia”.
La morale, in definitiva, è sempre quella: pagare tutti per pagare meno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sisma Ischia, Vigili del Fuoco: così abbiamo salvato i 3 fratelli

Sisma Ischia, Vigili del Fuoco: così abbiamo salvato i 3 fratelli

Ischia (askanews) - Un salvataggio lungo e difficoltoso. Luca Cari, responsabile della comunicazione emergenza dei Vigili del fuoco, racconta come sono stati estratti dalle macerie e riportati alla vita i tre fratellini sepolti per ore sotto la loro casa crollata dopo una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 a Ischia. "Il lavoro è lunghissimo si è trattato di rompere pezzo a pezzo il solaio di ...

 
Sisma Ischia, la rabbia dei residenti: additati come abusivi

Sisma Ischia, la rabbia dei residenti: additati come abusivi

Ischia (askanews) - Ad Ischia ci sono 600 case abusive con ordine definitivo di abbattimento e 27 mila pratiche di condono presentate in occasione di tre sanatorie nazionali. Una situazione, fotografata da Legmabiente, che ha aumentato gli effetti della scossa di magnitudo 4.0 sull'isola, insieme alla particolare struttura morfologica del territorio. Ma gli ischitani reagiscono con rabbia ad ...

 
"A Ciambra", i rom di Gioia Tauro nel film voluto da Scorsese

"A Ciambra", i rom di Gioia Tauro nel film voluto da Scorsese

Roma (askanews) - Martin Scorsese lo ha definito "bello e commovente": "A Ciambra" di Jonas Carpignano, nei cinema dal 31 agosto, è ambientato nel quartiere di Gioia Tauro dove vivono da circa trent'anni molte famiglie rom. Carpignano è entrato in contatto con una di loro, gli Amato, e li ha convinti a diventare protagonisti e interpreti del suo film. Al centro del racconto il giovane Pio e il ...

 
Sisma Ischia, il bimbo appena salvato: sono vivo, tranquilli

Sisma Ischia, il bimbo appena salvato: sono vivo, tranquilli

Ischia (askanews) - "Sono vivo, state tranquilli". Sono queste le prime parole di uno dei tre fratelli estratti vivi dalle macerie della loro casa a Ischia, come racconta Monica Impagliazzo, una anestesista-rianimatrice del Fatebenefratelli di Milano che ha assistito in prima persona al salvataggio di Ciro, il più grande dei tre. Era "un po' più indebolito, provato - ha raccontato - è quello che ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Vulci "promosso" da Fabrizio Moro: "Tra qualche anno top in Italia"

Montalto di Castro

Vulci "promosso" da Fabrizio Moro: "Tra qualche anno top in Italia"

«Tra qualche anno Vulci sarà il Festival più bello d'Italia». Lo ha detto Fabrizio Moro, domenica 13 agosto 2017, all'ultimo appuntamento in programma del Vulci Music Fest, ...

17.08.2017