Notte bollente (e video hot) con un trans finisce in tribunale

Viterbo

Notte bollente (e video hot) con un trans finisce in tribunale

17.05.2017 - 15:01

0

Una bollente notte di sesso con un trans finisce in tribunale. Ieri mattina si è celebrato il processo per direttissima a carico di un transessuale di 30 anni di origini brasiliane arrestato lunedì dai carabinieri di Ronciglione perché accusato di aver ricattato un cliente chiedendogli 600 euro per non diffondere il video hot che lo ritraeva durante la prestazione sessuale.
Tutto è nato dopo che un quarantenne si è rivolto ai carabinieri di Ronciglione denunciando di essere stato ricattato da un trans domiciliato a Viterbo con il quale aveva consumato una prestazione. Secondo la versione della presunta vittima il transessuale aveva filmato tutto e minacciava di diffondere il filmato su internet e su diversi profili Facebook se il cliente non gli avesse consegnato 600 euro. Secondo la denuncia il trans per convicere il cliente a sottostare alle sue richieste gli avrebbe inviato delle foto hot minacciando di pubblicarle sui social network. A quel punto il cliente si è rivolto ai carabinieri che hanno organizzato dunque una trappola. Il cliente si è recato in casa del trans brasiliano per consegnargli i soldi, ma alle sue spalle hanno fatto irruzione nell’appartamento i carabinieri che dunque hanno sorpreso il transessuale con i soldi in mano.
Lo stesso è stato dunque arrestato con l’ipotesi di reato di estorsione e, dopo una notte nelle camere di sicurezza, ieri nella tarda mattinata si è presentato davanti al giudice.
La versione fornita dal trans brasiliano (difeso dall’avvocato Andrea Fabbio) tuttavia è diversa. Ha riferito di aver pattuito il prezzo di 600 euro per un’intera notte con il cliente e la discussione sarebbe scaturita al momento del pagamento. Il trans ha ammesso di aver filmato il cliente, sostenendo tuttavia di averlo fatto perché lo stesso avrebbe iniziato a fare uso di droghe pesanti all’interno della sua abitazione. Perciò prima lo ha filmato poi lo ha cacciato di casa. A riprova della sua versione il trans ha consegnato anche la password per aprire il video in questione contenuto nella memoria dello smartphone sequestrato dai carabinieri.
Il giudice ha convalidato l’arresto rimettendo tuttavia in libertà la trans per il venire meno delle esigenze cautelari. La discussione del processo è stata dunque fissata per il 10 novembre.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Tim alza il velo sulle novità: rete mobile arriva fino a 1 Giga

Tim alza il velo sulle novità: rete mobile arriva fino a 1 Giga

Milano, (askanews) - Una nuova offerta che comprende la tecnologica più avanzata e una piattaforma hardware innovativa, dal design molto curato. Tim presenta al mercato le principali novità, e lo fa nel nuovo flagshipstore di via Moscova a Milano alla presenza dell'amministratore delegato uscente, Flavio Cattaneo, che, nel suo ultimo intervento pubblico, ha rimarcato il lavoro fatto nell'ultimo ...

 
Vitalizi, Toti: no di Fi legittimo ma ho perplessità

Vitalizi, Toti: no di Fi legittimo ma ho perplessità

Roma, (askanews) - "E' stata una scelta fatta dalla maggior parte del gruppo e quindi come tutte le scelte fatte democraticamente in un gruppo, è legittima, con qualche perplessità da parte mia ma non faccio parte del Parlamento e quindi non ho partecipato a questa decisione". Con queste parole il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha commentato il via libera della Camera alle nuove ...

 
A Roma la guerra dell'acqua, i cittadini preoccupati

A Roma la guerra dell'acqua, i cittadini preoccupati

Roma, (askanews) - Continua il braccio di ferro sull'acqua a Roma, alla vigilia del fatidico venerdì in cui l'azienda Acea dovrebbe sospendere, come ordinato dalla regione Lazio, i prelievi idrici dal lago di Bracciano, un bacino depauperato dalla siccità e dalle pompe romane. Da un lato il gestore idrico, dall'altro l'amministrazione PD Zingaretti; in mezzo i cittadini che secondo il piano di ...

 
Navigli, Sala: referendum o udienza pubblica per me fa lo stesso

Navigli, Sala: referendum o udienza pubblica per me fa lo stesso

Milano (askanews) - Il sogno di riaprire la cerchia interna dei Navigli di Milano sta per diventare realtà. Parola del sindaco, Giuseppe Sala, che preme sull'acceleratore per far tornare l'acqua almeno in cinque tratti a cielo aperto, per un totale di 2 chilometri su 7,7 entro il 2022. Prima però, come aveva promesso durante la campagna elettorale, intende consultare i milanesi, anche se ...

 
Arriva "Grigliando con le stelle", la festa della carne

Vasanello

Arriva "Grigliando con le stelle", la festa della carne

Da venerdì 28 a domenica 30 luglio a Vasanello la Classe 1978, guidata da Fabio Santori, in collaborazione con l'amministrazione comunale, organizza "Grigliando con le ...

23.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

Addio al musicista Steven Roach, figlio adottivo di Bassano in Teverina

Lutto

Addio al musicista Steven Roach, figlio adottivo di Bassano in Teverina

Mercoledì 19 Bassano in Teverina ha dato l'ultimo saluto nella chiesa dell’Immacolata Concezione a Steven Roach, il grande musicista scomparso domenica scorsa a causa della ...

19.07.2017