Leonardo Michelini

Viterbo

Filippo Rossi & C. fuori dalla maggioranza

10.05.2017 - 13:17

0

Viva Viterbo fuori dalla maggioranza e ritiro delle deleghe all’assessore Barelli. E’ lo scenario che martedì sera a Palazzo dei Priori, dove è andata in scena l’approvazione del bilancio, prefiguravano molti consiglieri, sia del Partito democratico che della lista civica Oltre le mura. L’ultima parola spetterà al sindaco Michelini, tuttavia sembra che sia stata consumata la rottura definitiva. Se ne saprà di più nelle prossime ore.
A far degenerare la situazione la decisione di Filippo Rossi, nel pomeriggio, di discutere gli emendamenti, tra cui uno per la destinazione di 400mila euro al Teatro dell’Unione, presentati alla vigilia della maratona consiliare e che il sindaco aveva chiesto (così come fatto con le altre forze di maggioranza) di ritirare in nome di un equilibrio generale di cui si sarebbe fatto garante.
Ma dopo i violenti attacchi di Rossi sferrati all’indirizzo della giunta nelle ultime settimane, che gli eventi stessero precipitando lo si era intuito in mattinata, quando i due consiglieri del movimento civico avevano votato, contrariamente ai colleghi, alcune proposte della minoranza, in particolare quella di Fratelli d’Italia per installare una ruota panoramica a Pratogiardino. Durante la pausa pranzo, riunione d’urgenza della maggioranza, convocata dal sindaco per fare il punto della situazione. In questa sede, dove Pd e Oltre le mura si dice siano letteralmente scesi sul piede di guerra (“... il tempo - hanno detto - è scaduto. Rossi & C. vanno buttati fuori”), l’ultimo tentativo di salvare almeno le apparenze affidato a un messaggio chiaro a Maria Rita De Alexandris: ritiro degli emendamenti senza se e senza ma, a parte qualcuno dei più piccoli, come quello per la sistemazione della fontana di Pianoscarano, che sarebbe stato approvato. La tabella di marcia avrebbe comunque previsto l’apertura, da stamattina, della verifica, ma almeno si sarebbero evitate ulteriori “sceneggiate napoletane” nella Sala d’Ercole.
Sceneggiate a cui invece, puntuale, Rossi non ha rinunciato, sebbene due giorni fa in un’intervista avesse dichiarato che gli emendamenti maggiori fossero solo provocazioni. Al rientro in aula prendeva infatti la parola e illustrava quello sull’Unione, dicendo che lo avrebbe ritirato se si fosse innescato un dibattito, salvo poi metterlo invece a votazione dopo una sequela di interventi. Risultato: bocciato. Stessa fine per gli altri, compreso uno sull’area camper.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella
Il senatore di Forza Italia

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella

aurizio Gasparri, senatore responsabile degli enti locali per Forza Italia, ieri era in tour elettorale in Umbria, ed è venuto al gruppo Corriere scambiando qualche opinione su quel che sta accadendo nella capitale, con il tentativo di formare il governo (che gli azzurri avverseranno) impantanato sulla nomina di Paolo Savona all'Economia. Sorride Gasparri “per l'ironia del momento politico”. E ...

 
Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - L'edizione 2018 del Forum di San Pietroburgo ha dimostrato che il business e le aziende sono sempre più insofferenti nei confronti del regime di sanzioni contro la Russia: ne è convinto Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia. "Questo forum ha registrato ufficialmente più di 22.000 persone che provengono da 100 paesi. ...

 
Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

San Pietroburgo (Russia), (Askanews) - Elicotteri di Russia al forum economico internazionale di San Pietroburgo, dopo una presentazione particolarmente importante a Mosca del VRT500, un elicottero di produzione russa, multi ruolo, di grande manovrabilità, assolutamente nuovo, sviluppato con un team internazionale di ingegneri. Ce ne parla Andrey Boginsky, ex viceministro del commercio e ...

 
Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018