Renzi:

Matteo Renzi

Primarie Pd

Netta vittoria di Renzi anche nella Tuscia

01.05.2017 - 13:57

0

Grande, netta e storica vittoria di Matteo Renzi anche nella Tuscia, dove ottiene il 60,21% dei consensi a fronte del 36,38 di Andrea Orlando e del 3,41 di Michele Emiliano. Il dato, anche se inferiore a quello nazionale, parla infatti di una svolta epocale per il Pd viterbese, che fino ad ora era sempre stato connotato dall'egemonia ex Ds. Il 60,21% assume dunque nel Viterbese un valore particolare se è vero che, per la prima volta, il partito provinciale radicato sul territorio si è confrontato in modo capillare. Lo dimostra l'affluenza uguale al 2013, addirittura superiore a Viterbo città, mentre in tutta Italia si è assistito ad una sua sensibile diminuzione. E' stata questa la prima volta che il gruppo dirigente locale si è diviso veramente e si è confrontato, battendo il territorio palmo a palmo. Va considerata oltretutto la sproporzione di partenza evidente tra componente ex Ds e componente popolare, laddove la prima può contare su 3 parlamentari, 2 consiglieri regionali, il presidente della provincia, molti sindaci e tanti segretari di circolo. Dalla parte di Renzi, per quanto riguarda gli ex Ds, era di fatto schierato a livello di vertice solo il segretario provinciale Andrea Egidi. Significativo anche il fatto che Renzi vince in 50 Comuni e in nove perde per pochissimi voti: "Espugnate - fanno notare i non Ds - Civita Castellana, Tarquinia, Acquapendente, Montefiascone e via dicendo".

A tenere alti i colori di Orlando è stata Canepina, il Comune del consigliere regionale Enrico Panunzi, vero artefice nell'area ex Ds dei consensi ottenuti. Canepina, dicevamo: hanno votato 1000 abitanti su 3000, senza di loro Orlando sarebbe arrivato al 33%. Le primarie dopo questo confronto consegnano una maggioranza chiara e forte nel Pd viterbese, che sarà, per dichiarazione dei vincitori, "aperto ed inclusivo, senza arroganza, ma determinato nel riconoscere la qualità ed il merito e rispettoso dei consensi e delle volontà dei cittadini". "Il popolo - ancora la mozione Renzi - vince il populismo". "Oggi - segnalano in area popolare - i gufi che ci volevano vinti, annessi e rottamati scoprono una nuova realtà vera: il partito di Viterbo ha una nuova trazione inclusiva ma chiara su chi ha vinto e chi no. E' il bello della democrazia".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno
Senza suoceri e cognate

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno

Per 45 giorni il film andato in onda è sempre stato lo stesso. Lei dice a lui: "Sposiamoci". Lui dice a lei: "Sì, sposiamoci". E sembra fatta. Ma lei aggiunge: "però non voglio nè tuo padre nè tua sorella in chiesa e al ricevimento". Allora lui si inalbera: "se sposi me, sposi anche la mia famiglia". Nozze in crisi prima ancora di essere celebrate. Ci si sposa, non ci si sposa. Poi lei apre: "se ...

 
Altro

Milano torna sui massimi, bene Tim e Buzzi Unicem

Le Borse europee chiudono positive, ad accezione di Francoforte, sostenute dagli acquisti su tlc e costruzioni, mentre Wall Street prosegue in flessione nel giorno del vertice Opec, in cui obiettivo è estendere gli attuali tagli alla produzione.  

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018