Il cuoco viterbese Danilo Ciavattini vince il Chef’s Cup Contest

Alta cucina

Il cuoco viterbese Danilo Ciavattini vince il Chef’s Cup Contest

31.03.2017 - 13:51

0

A 36 anni si è dovuto mettere a leggere qualche fumetto, per interpretare al meglio il senso della quarta edizione dello “Chef’s Cup Contest”. Proprio “Fumetti/Comics” era il tema del contest, e Danilo Ciavattini, chef stellato, viterbese doc, evidentemente lo ha interpretato al meglio, visto che ha vinto il prestigioso titolo ispirandosi alla storia Disney “Zio Paperone e la campagna in città”. Questo nella sfida finale, quella che ha visto “in gara” al Centurion Palace di Venezia lui e quello che fino a quel momento era stato il suo compagno di squadra, lo chef Igles Corelli del ristorante Atman di Lamporecchio; la manifestazione infatti vuole che gli chef gareggino in coppia, e che poi la vittoria finale sia una cosa da giocarsi all’interno della coppia vincitrice. Ciavattini e Corelli hanno superato tutti i loro avversari, poi si sono sfidati a colpi di “chilometri zero”.
Trentasei anni, una storia legata per molti anni a quella dell’Enoteca La Torre, prima a Viterbo poi a Villa Laetizia a Roma (stella Michelin e due forchette del Gambero rosso a Viterbo, stella Michelin e tre forchette del gambero rosso a Roma), Ciavattini spiega infatti con orgoglio il suo piatto vincente, che è un po’ anche una sintesi della sua filosofia della cucina. “Ho voluto promuovere ancora una volta il ‘chilometro zero’ e la filiera corta, che è poi quello che ho fatto in tutti questi anni. Nel nostro territorio abbiamo una ricchezza impressionante da promuovere e valorizzare; tanto per fare un esempio, un olio d’oliva fantastico come il nostro, ad uno chef semplifica il lavoro”. Dei personaggi Disney voluti come “testimonial” della partecipazione al contest, Danilo per la finalissima ha scelto quello più legato alla terra, alla campagna e ai suoi prodotti: Nonna Papera. E al piatto che alla fine ha conquistato la giuria ha imposto il nome “Nido di pecorino di Nonna Papera e verdure dell’orto di Qui Quo Qua”; più prosaicamente: “savarin di pecorino con fave, asparagi e spuma di olio d’oliva”.
“Il savarin - spiega lo chef - viene fatto cuocendo a bagnomaria la base di ricotta e pecorino, con la ricotta a dare soprattutto la sua consistenza, e il pecorino a regalare il suo gusto. Un impasto molto morbido appoggiato successivamente su una crema di fave e asparagi; infine l’olio d’oliva, che viene lavorato nel sifone fino a farne una spuma”. Prodotti tradizionali e lavorazioni moderne, ma rigorosamente nel rispetto degli ingredienti e della naturalità.
Che la vittoria sia stata meritata lo dicono anche le parole di chef Corelli, che dopo la sconfitta ha commentato “prima dello showcooking ho mangiato tre piatti del nido di pecorino proposto da Ciavattini. Ha tutta la mia stima”. Ora si attende un’altra notizia, ma per quella toccherà aspettare ancora un po’: sapere quale sarà il nuovo ristorante dove poter gustare le sue creazioni.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - Le sanzioni alla Russia vanno eliminate al più presto perché per le aziende italiane hanno rappresentato un danno notevole. E stato questo il messaggio arrivato dal Forum economico di San Pietroburgo dove è stata ospite la sindaca di Torino, Chiara Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle che, insieme alla Lega, ha proprio lo stop alle sanzioni alla Russia tra i ...

 
Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

San Pietroburgo, 25 mag. (askanews) - La flessione dei mercati rispetto al governo nascente è "fisiologica". Il numero uno di Enel, Francesco Starace, non vede con particolare preoccupazione quello che sta succedendo, perchè non sarà la fine dell'Europa. Si tratta piuttosto di aspettare e di vedere che direzione il nuovo esecutivo vorrà prendere. "Non sono particolarmente preoccupato - ha detto ...

 
Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

San Pietroburgo, (askanews) - Per la Russia è prematuro indicare termini di tempo precisi per le elezioni in Libia. Noi non abbiamo mai insistito perché fossero indicati dei termini di tempo precisi per le elezioni - ha dichiarato ad Askanews il capo del gruppo di contatto russo per la crisi libica, Lav Dengov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo - ho detto più volte che è prima di ...

 
Russia-Italia, a Pietroburgo il business guarda oltre le sanzioni

Russia-Italia, a Pietroburgo il business guarda oltre le sanzioni

San Pietroburgo, (askanews) - E' stato il pragmatismo del business a dominare la sessione di dibattito bilaterale Russia-Italia al Forum economico di San Pietroburgo. L'Italia è stata penalizzata dalle sanzioni alla Russia nonostante le aziende italiane che fanno affari nel paese abbiamo retto il colpo. Per questo ora occorre che il governo italiano che sta nascendo abbia il coraggio di portare ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018