Via libera al parco canile, ma dove?

Viterbo

Via libera al parco canile, ma dove?

29.03.2017 - 14:11

0

Via libera al parco canile a Viterbo, con tanti se e moltissimi ma, soprattutto nella maggioranza. E’ questo il risultato del consiglio comunale fiume dedicato alla discussione dell’ordine del giorno presentato dal consigliere del Pd Francesco Serra, che prevede appunto la realizzazione di un Parco canile, a Novepani o altrove questo è tutto da vedere.
L’ordine del giorno è passato a maggioranza, con l’astensione del consigliere dem Arduino Troili, bagnaiolo doc, il quale teme che i cani ospitati nella struttura di strada Novepani contaminino le falde, o meglio le contaminino le loro deiezioni.
E’ passato, con la complicità di alcuni esponenti di maggioranza (tra cui lo stesso Serra, di Volpi e della De Alexandris, anche un emendamento del consigliere del M5S che fissa i paletti: il parco canile s’ha da fare prima con bando e denaro pubblico e poi, solo nel caso questo andasse deserto, con un project financing.
Una “forzatura”, questa, secondo alcuni esponenti dell'amministrazione, dal momento che 600-700mila euro - questa la cifra che si stima necessaria per realizzare il parco canile - non si trovano per strada. “Priorità ai bipedi e poi ai quadrupedi”, ha sintetizzato il consigliere Christian Scorsi.
Alla fine, dopo una seduta animata, alla quale hanno presenziato i rappresentanti delle associazioni animaliste, il Consiglio, tutto d’un sentimento (o quasi), ha votato il documento proposto da Serra.
Per il vicesindaco Luisa Ciambella è prevalsa la ragionevolezza: “L'ordine del giorno è in linea con le linee di indirizzo dell'amministrazione Michelini, nelle quali, il parco canile è stato sempre presente”
"Adesso - aggiunge la Ciambella - la praticabilità di questo progetto a Novepani andrà verificata nel tempo, compatibilmente con i vincoli che gravano sull’area e compatibilmente con le risorse a disposizione del Comune. Perché, come si conviene in una democrazia, quando ci sono poche risorse a disposizione e la coperta è stretta, vanno stabilite delle priorità” E le priorità, sottinteso, sono per la razza umana.
Quanto al sito, la Ciambella assicura gli animalisti: “Qualsiasi scelta verrà presa con il coinvolgimento non solo del consiglio comunale ma anche delle associazioni”.
Tra i più critici, all’interno della maggioranza, la consigliera Daniela Bizzarri (dem di area popolare): “Io amo gli animali ma se devo pensare che oltre ai 600mila euro attualmente stanziati dal Comune per mantenere i cani a Bagnaia, se ne debbano prevedere altrettanti, allora non ci sto. In questo momento ci sono persone che muoiono di fame ed eventualmente i soldi devono andare a loro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Hong Kong, in carcere i leader del Movimento degli Ombrelli

Hong Kong, in carcere i leader del Movimento degli Ombrelli

Hong Kong, (askanews) - Joshua Wong e altri due giovani leader del Movimento degli Ombrelli sono stati condannati a pene detentive a Hong Kong per il loro ruolo nelle proteste pro-democratiche del 2014. Wong, Nathan Law e Alex Chow sono stati condannati nell'ordine a sei, otto e sette mesi di reclusione, dopo che la Corte di Appello ha confermato le sentenze nei loro confronti. Gli attivisti ...

 
Attacco Barcellona, la Rambla riprende vita tra dolore e paura

Attacco Barcellona, la Rambla riprende vita tra dolore e paura

Barcellona (askanews) - Il giorno dopo l'attentato terroristico sulla Rambla di Barcellona la strada è stata riaperta, alcuni negozi hanno regolarmente aperto, altri hanno deciso di tenere le saracinesche abbassate in ricordo delle vittime. Le forze di sicurezza sono a lavoro sul luogo dove il furgone si è lanciato sulla folla, ma sono poche le zone ancora cordonate. Ben visibili i danni ...

 
Bandiere a mezz'asta a Palazzo Chigi, c'è anche quella spagnola

Bandiere a mezz'asta a Palazzo Chigi, c'è anche quella spagnola

Roma, (askanews) - Bandiere a mezz'asta, in segno di lutto per le vittime dell'attentato a Barcellona, a Palazzo Chigi. Esposte la bandiera italiana, quella europea e quella spagnola. Tricolore e bandiera Ue a mezz'asta anche al Quirinale e all'Altare della Patria.

 
A Barcellona un italiano morto, la conferma della sua azienda

A Barcellona un italiano morto, la conferma della sua azienda

Roma, (askanews) - Si chiamava Bruno Gullotta, veniva da Legnano e aveva 35 anni la vittima italiana accertata dell'attentato di Barcellona. L'azienda informatica per cui lavorava, Tom's Hardware, ha la pagina web listata a lutto e si stringe con affetto alla compagna e ai due figlioletti di Gullotta. Il giovane era in vacanza a Barcellona con la famiglia. "Bruno" si legge sul sito dell'azienda, ...

 
Vulci "promosso" da Fabrizio Moro: "Tra qualche anno top in Italia"

Montalto di Castro

Vulci "promosso" da Fabrizio Moro: "Tra qualche anno top in Italia"

«Tra qualche anno Vulci sarà il Festival più bello d'Italia». Lo ha detto Fabrizio Moro, domenica 13 agosto 2017, all'ultimo appuntamento in programma del Vulci Music Fest, ...

17.08.2017

GustArte, arriva il primo talent delle arti visive

Canino

GustArte, arriva il primo talent delle arti visive

Si svolgerà a Canino venerdì 25 agosto 2017, alle 21,30, la prima edizioni di GustArte, primo talent per artisti di arti visive.  I partecipanti esporranno opere fotografiche ...

17.08.2017

Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017