Battistoni: "Gli articoli di Gianlorenzo mi hanno rovinato la vita"

VITERBO

Battistoni: "Gli articoli di Gianlorenzo mi hanno rovinato la vita"

11.02.2017 - 20:28

0

Quegli articoli mi hanno rovinato l’esistenza”. Francesco Battistoni e Paolo Gianlorenzo uno di fronte all’altro in tribunale: il primo come testimone e vittima, il secondo come imputato. Il direttore di Etruria News ed ex direttore del Nuovo Viterbo Oggi e L’Opinione di Viterbo deve rispondere di diffamazione per un articolo apparso sulla testata online che dirige nel marzo del 2013 appena passate le elezioni regionali. Si tratta di una delle numerose querele che l’ex capogruppo del Pdl alla Regione ha presentato contro Gianlorenzo.
In particolare in quell’articolo si commentavano i risultati delle elezioni regionali. Battistoni non era stato rieletto e in quel pezzo si parlava di presunte manovre per annullare l’elezione del consigliere viterbese Daniele Sabatini sollecitando un ricorso dell’ex consigliere regionale eed ex sindaco di Rieti Antonio Cicchetti. Nello stesso pezzo si apostrofava Battistoni come “Re Pippetto” facendo riferimento alla sua bassa statura e si ipotizzava una sua candidatura a sindaco di Viterbo.
Frasi che Battistoni ha giudicato diffamatorie presentando la querela. “Quell’articolo fa parte di una campagna di stampa avviata da direttore Gianlorenzo contro di me, a quel tempo ero anche candidato alla camera e la mia immagine ne usciva malissimo”. Battistoni ha riferito di aver passato “dei brutti momenti” a causa di quell’accanimento nei suoi confronti. La difesa di Gianlorenzo, l’avvocato Franco Taurchini, ha dunque sottolineato come l’appellativo “Re Pippetto” veniva utilizzato anche per re Vittorio Emanuele III. “Per me il nome era comunque diffamatorio” ha comunque risposto Battistoni.
Subito dopo ha testimoniato Antonio Cicchetti. “Subito dopo le elezioni ricevetti decine di telefonate legate all’eventuale ricorso, sia da parte di chi mi spingeva a farlo che da coloro che invece cercavano di impedirlo. Mi ha chiamato anche Battistoni, ma è stato uno dei tanti”.  

Gianlorenzo ha reso delle spontanee dichiarazioni durante le quali ha riferito di non aver scritto quell'articolo che invece è stato redatto da uno dei collaboratori della testata. "A quel tempo ero a Roma e collaboravo con l'ufficio stampa di un movimento che era in corsa per le elezioni e non mi occupavo direttamente della testata".  Prossima udienza il 10 marzo per la discussione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Nigeria, attacco di Boko Haram in un villaggio: almeno 5 morti

Nigeria, attacco di Boko Haram in un villaggio: almeno 5 morti

Tunhushe (askanews) - Almeno cinque persone sono state uccise e sei ferite in un attacco lanciato da militanti del gruppo jihadista Boko Haram contro Tunhushe, un villaggio del nordest della Nigeria, solo 6 km a nord di Maiduguri, capitale dello stato di Borno, roccaforte storica di Boko Haram. Un kamikaze si è fatto esplodere vicino a un gruppo di residenti che domiva all'aria aperta. Poi i ...

 
In 10mila a Milano per la tavolata multietnica al parco Sempione

In 10mila a Milano per la tavolata multietnica al parco Sempione

Milano (askanews) - Oltre 10mila persone hanno partecipato, sabato 23 giugno 2018, alla tavolata multietnica organizzata al parco Sempione del capoluogo lombardo nell'ambito dell'inziativa del "Comitato insieme senza muri", in collaborazione con l'assessorato alle Politiche sociali del Comune. Un anno dopo la marcia antirazzista che aveva visto sfilare oltre 100mila persone, la nuova iniziativa ...

 
Turchia alla vigilia del voto tra speranze e timori di brogli

Turchia alla vigilia del voto tra speranze e timori di brogli

Ankara. (askanews) - Vigilia di elezioni anticipate in Turchia, probabilmente le più importanti degli ultimi anni e dagli esiti ancora incerti. Un doppio appuntamento, politico e presidenziale, in cui si deciderà sia la nuova composizione del parlamento che il prossimo presidente, a cui una buona parte dei cittadini parteciperà con sentimenti misti di speranza per il cambiamento e timori di ...

 
"Lavorare per vivere", Milano commemora le vittime sul lavoro

"Lavorare per vivere", Milano commemora le vittime sul lavoro

Milano (askanews) - Nel 2017 in Italia ci sono stati 1.029 decessi sul lavoro, più 286 nei primi 4 mesi del 2018. Quello delle morti bianche è un fenomeno che, tra alti e bassi, non trova soluzione; per questo il sindacato Ugl, l'Unione generale del lavoro, sabato 23 giugno in Piazza Duomo a Milano ha organizzato l'iniziativa "Lavorare per vivere", installando 1.029 sagome bianche di cartone, una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018