Battistoni: "Gli articoli di Gianlorenzo mi hanno rovinato la vita"

VITERBO

Battistoni: "Gli articoli di Gianlorenzo mi hanno rovinato la vita"

0

Quegli articoli mi hanno rovinato l’esistenza”. Francesco Battistoni e Paolo Gianlorenzo uno di fronte all’altro in tribunale: il primo come testimone e vittima, il secondo come imputato. Il direttore di Etruria News ed ex direttore del Nuovo Viterbo Oggi e L’Opinione di Viterbo deve rispondere di diffamazione per un articolo apparso sulla testata online che dirige nel marzo del 2013 appena passate le elezioni regionali. Si tratta di una delle numerose querele che l’ex capogruppo del Pdl alla Regione ha presentato contro Gianlorenzo.
In particolare in quell’articolo si commentavano i risultati delle elezioni regionali. Battistoni non era stato rieletto e in quel pezzo si parlava di presunte manovre per annullare l’elezione del consigliere viterbese Daniele Sabatini sollecitando un ricorso dell’ex consigliere regionale eed ex sindaco di Rieti Antonio Cicchetti. Nello stesso pezzo si apostrofava Battistoni come “Re Pippetto” facendo riferimento alla sua bassa statura e si ipotizzava una sua candidatura a sindaco di Viterbo.
Frasi che Battistoni ha giudicato diffamatorie presentando la querela. “Quell’articolo fa parte di una campagna di stampa avviata da direttore Gianlorenzo contro di me, a quel tempo ero anche candidato alla camera e la mia immagine ne usciva malissimo”. Battistoni ha riferito di aver passato “dei brutti momenti” a causa di quell’accanimento nei suoi confronti. La difesa di Gianlorenzo, l’avvocato Franco Taurchini, ha dunque sottolineato come l’appellativo “Re Pippetto” veniva utilizzato anche per re Vittorio Emanuele III. “Per me il nome era comunque diffamatorio” ha comunque risposto Battistoni.
Subito dopo ha testimoniato Antonio Cicchetti. “Subito dopo le elezioni ricevetti decine di telefonate legate all’eventuale ricorso, sia da parte di chi mi spingeva a farlo che da coloro che invece cercavano di impedirlo. Mi ha chiamato anche Battistoni, ma è stato uno dei tanti”.  

Gianlorenzo ha reso delle spontanee dichiarazioni durante le quali ha riferito di non aver scritto quell'articolo che invece è stato redatto da uno dei collaboratori della testata. "A quel tempo ero a Roma e collaboravo con l'ufficio stampa di un movimento che era in corsa per le elezioni e non mi occupavo direttamente della testata".  Prossima udienza il 10 marzo per la discussione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio. Clamorosa rivelazione del capitano romanista". Poi, "Ilary di nuovo incinta, partito il toto-nome". E infine, "Totti sul grande schermo, sarà lui il prossimo James Bond di 007". Il capitano della Roma, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook, legge una serie di titoli inventati e quindi commenta: "Ah regà, ma ancora credete a queste cose? Io mi sono ...