Viterbese, 2-1 al PontederaMartedì Carrarese al Rocchi

Calcio serie C play off

Viterbese, 2-1 al Pontedera
Martedì Carrarese al Rocchi

12.05.2018 - 12:26

0

VITERBESE-PONTEDERA 2-1

RETI 29' pt Vandeputte (V), 39' pt Baldassin (V); 23' st su rigore Grassi (P)

VITERBESE (4-3-3) Iannarilli - Celiento, Atanasov, Sini, Peverelli - Baldassin (19’ st Cenciarelli), Di Paolantonio, Benedetti - Vandeputte (14’ st De Vito), Jefferson (19’ st De Sousa), Calderini (40’ st Zenuni) A disp. Pini, Micheli, Mbaye, Pacciardi, Rinaldi, Sanè, R. Pandolfi, Bismark, Mosti, Mendez All. Sottili

PONTEDERA (3-5-2) Contini - Borre (36’ st Tofanari), Rossini, Risaliti - Corsinelli, Gargiulo, (9’ st Maritato), Caponi, Posocco, Calcagni (36’ st Spinozzi) - Grassi, Pinzauti (9’ st Raffini) A disp. Biggeri, Marinca, Ferrari, Frare, Romiti, Vettori, G. Pandolfi. All. Maraia

ARBITRO Valiante di Salerno 

NOTE spettatori 1.100 circa. Ammoniti: Atansov (V); Risaliti (P). Angoli: 5-3. Recupero: 1' pt; 4' st

Quando il “meteo” fa le bizze e per la stessa gara, sullo stesso campo, si passa dal diluvio al sole. E’ partita così l’avventura gialloblu dei play off. Senza bisogno di riflettori della Palazzina: è stato sufficiente qualche “bagliore” in campo degli uomini di Sottili, in un venerdì del tutto particolare, di uno “spezzatino” della Serie C, che non piace davvero a tutti. Per superare il turno ed essere di nuovo in lizza, sempre al Rocchi, nella gara di martedì prossimo contro la Carrarese. Bastava pure un pareggio, con il Pontedera, ma la Viterbese non ci ha pensato neanche un attimo ed ha giocato per la vittoria. Sottili aveva puntato ad una gara dalla giusta mentalità dei Gialloblu, il tutto per aggiudicarsi la sfida diretta con il “dirimpettaio” Maraia, che nel Pontedera, prima di allenare, ci aveva giocato, in una squadra che superò in amichevole l’Italia di Sacchi. La formazione scelta da Sottili è quasi scontata, compresa la rinuncia a Rinaldi e a De Vito e Cenciarelli - quest’ultimo che sembrava attraversare un buon momento di forma –  con tante altre conferme, prima fra tutte quella di Jefferson. Il Pontedera parte con una linea d’attesa abbastanza bassa e con dieci undicesimi della precedente sfida, se si eccettua Contini, che non c’era soltanto per via di un turno di squalifica, visto che “Nikita”, portiere di proprietà del Napoli, è considerato uno dei migliori del girone, insieme a Iannarilli, chiaramente. Non c’è il pubblico delle grandi occasioni (anche una cinquantina di supporters toscani), che assiste ad un avvio con qualche scontro di gioco, apparentemente fortuiti, con più di un giocatore che ricorre alle cure dei rispettivi staff sanitari. Sottili chiede subito maggiore fluidità di manovra, visto che il Pontedera inizia con decisione, chiudendo bene i diversi spazi del campo. Ma per una squadra che deve vincere è davvero pochino, così come Contini non si conferma così bravo sulla prima vera opportunità offensiva della Viterbese, un calcio di punizione di Vanteputte, su cui il portiere parte in ritardo e non arriva sul pallone, che scavalca la barriera e si abbassa quasi a pelo d’erba. Siamo praticamente alla mezzora e la qualificazione è già incassata, visto che questo Pontedera dovrebbe, a questo punto, segnare due gol, un po’ “tantino” per chi non si è mai avvicinato dalle parti di Iannarilli. E infatti arriva puntuale, dieci minuti più tardi, il raddoppio della “Sottili-band”, che manda in gol Baldassin, di testa da due passi. Per il centrocampista del ’94 si tratta del quinto gol stagionale, dopo 42 gare giocate con la casacca gialloblu. Nella ripresa diverse sostituzioni per Sottili ed anche una pressione che diminuisce, mentre i nuovi entrati del Pontedera danno qualcosa in più. Ci scappa il calcio di rigore, per un fallo su Raffini e gol dal dischetto di Grassi, che batte con un preciso tiro Iannarilli alla propria destra. Lo stesso Iannarilli, un minuto più tardi, è bravissimo a deviare in angolo una rasoiata dello stesso Grassi, rivitalizzatosi all’improvviso, dopo un primo tempo incolore.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella
Il senatore di Forza Italia

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella

aurizio Gasparri, senatore responsabile degli enti locali per Forza Italia, ieri era in tour elettorale in Umbria, ed è venuto al gruppo Corriere scambiando qualche opinione su quel che sta accadendo nella capitale, con il tentativo di formare il governo (che gli azzurri avverseranno) impantanato sulla nomina di Paolo Savona all'Economia. Sorride Gasparri “per l'ironia del momento politico”. E ...

 
Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - L'edizione 2018 del Forum di San Pietroburgo ha dimostrato che il business e le aziende sono sempre più insofferenti nei confronti del regime di sanzioni contro la Russia: ne è convinto Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia. "Questo forum ha registrato ufficialmente più di 22.000 persone che provengono da 100 paesi. ...

 
Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

San Pietroburgo (Russia), (Askanews) - Elicotteri di Russia al forum economico internazionale di San Pietroburgo, dopo una presentazione particolarmente importante a Mosca del VRT500, un elicottero di produzione russa, multi ruolo, di grande manovrabilità, assolutamente nuovo, sviluppato con un team internazionale di ingegneri. Ce ne parla Andrey Boginsky, ex viceministro del commercio e ...

 
Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018