La Flaminia va in confusione e a Lanusei perde 5-3

L'allenatore Vigna

Calcio Serie D

Flaminia, Carta-gol
Latte Dolce al tappeto

11.03.2018 - 11:26

0

FLAMINIA-LATTE DOLCE SS 1-0

RETE 2' st Carta

FLAMINIA Francabandiera, Battaiotto, Carta, Lazzarini, Locci (29'pt Calisto), Moracci, De Costanzo (23'st Battaglia), Mastrantonio (29’st Vittori), Ingretolli, Macrì, Tiozzo (29'pt Leonardi) A disp. Reali, Gnignera, Ferrara, Cesarini, Damiani All. Vigna

LATTE DOLCE SASSARI Garau (33'st Pittalis), Fideli, Ruiu, Cabeccia, Bianchi, Patacchiola, Demartis (42'st Delizos), Masala (32'st Scanu), Scognamillo (35'st Contu), Usai, Marcangeli (40’ st Carpentieri) A disp. Congiu, Serra, Piga, Delizos All. Paba

ARBITRO Gullotta di Siracusa

NOTE cielo nuvoloso. Spettatori 200 circa. Ammoniti: Lazzarini, Battaiotto (F); Demartis, Usai, Fideli, Marcangeli (LTS). Recupero: 2’ pt; 5’ st.

La Flaminia torna alla vittoria e conquista tre punti pesantissimi in chiave salvezza diretta. La squadra di Pierluigi Vigna, infatti, grazie all’1-0 maturato al “Madami” contro la formazione sarda del Sassari Latte Dolce ha agganciato e - giocoforza, grazie agli scontri diretti favorevoli - scavalcato il Monterosi di Savini, piazzandosi nel primo posto utile per evitare i play-out. In un terreno di gioco dalle condizioni precarie, la squadra rossoblù ha affrontato con tenacia l’ostico match, concedendo pochi spazi agli avversari e sfiorando più volte il goal 2-0, peccando - tuttavia - di un cinismo che avrebbe concesso maggiore tranquillità nei minuti finale della partita. Poche le emozioni in un primo tempo giocato sul filo di lana. La Flaminia - dopo centoventi secondi dall’inizio della seconda frazione di gara - ha trovato il bandolo della matassa con un colpo di testa del difensore Carta, svettato più in alto di tutti in seguito ad una punizione calciata da Macrì. Dopo la rete del vantaggio locale, la squadra nord-isolana ha tentato di agguantare un pareggio mai arrivato, complici due interventi di pregevole fattura di Francabandiera e la buona disposizione tattica dell’apparato difensivo civitonico. La mossa che ha segnato la svolta del match porta la firma di Vigna, quando - al 30’ del primo tempo - ha deciso di sostituire un pessimo Tiozzo per dare spazio al pimpante Leonardi, il quale, nel corso della gara, ha dimostrato di avere un’ottima intesa con il centravanti Ingretolli. Resta l’amarezza per non essere riusciti ad ampliare il margine di vantaggio sugli ospiti: Ingretolli prima e Vittori poi, in area di rigore, hanno fallito due ghiotte occasioni. Ciononostante, il sorriso sui volti dei calciatori viterbesi nasce - oltreché dai tre punti - dalla consapevolezza di aver trovato, finalmente, la tanto attesa quadratura del cerchio. Vigna, alla fine del match, ha commentato in questo modo la prestazione della propria squadra: “è stata una prova di carattere. Nei primi 45’ siamo stati timorosi. Durante l’intervallo ho chiesto ai ragazzi di giocare con tranquillità. Sono rientrati in campo con la giusta determinazione, per questo devo fargli i complimenti. Non era facile: i biancocelesti dispongono di una rosa di alto livello. Dobbiamo essere più concreti. C’è bisogno di continuare a lavorare con questi ritmi. La classifica? Non la guardo. Le somme si tireranno a maggio”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

Borse positive, corre Bper ma frena Fca

Le Borse europee chiudono in rialzo. Riflettori puntati sulla riunione dei Paesi Opec: è stato deciso all'unanimità un aumento della produzione fino a un milione di barili al giorno. A fine seduta a Milano guadagna lo 0,99%, spread in calo. Maglia rosa per Londra +1,67%, positive le piazze di Parigi +1,34% e Francoforte +0,54%. A Piazza Affari corre Bper +7,36% dopo che il gruppo Unipol ha ...

 
Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Roma, (askanews) - Si è chiuso oggi a Palazzo Corsini, alla presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella, il 415esimo Anno Accademico dei Lincei, la più antica Accademia del mondo. L'Adunanza solenne si è aperta con la relazione del presidente Alberto Quadrio Curzio sull'attività svolta nell'Anno Accademico 2017-2018 e nel triennio 2015-2018 che lo ha visto alla guida della prestigiosa ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018