asterisco

Questo reato ci mancava

21.11.2017 - 12:09

0

Nel vasto panorama dei reati, questo proprio non lo sospettavamo!
A margine del G7 di Taormina, poi!
A tutto avremmo potuto pensare nella c.d. guerra dei sessi che vede sistematicamente soccombere le donne, il più delle volte  in modo irreversibile.

Perché a parte qualche fortunata che riesce schivare la coltellata o il proiettile fatale, per il resto periscono tutte.
E quelle che ottengono di rimanere in vita sono ben più che “infastidite” psicologicamente perché sono letteralmente devastate, con l’aggravante di dover pensare non soltanto al loro benessere psico-fisico, ma anche a quello della prole che resta a loro carico.
Ed, invece, apprendiamo, direttamente da un dibattito parlamentare svoltosi in uno Stato del Sud-est asiatico sulla violenza domestica, che molte delle vittime sarebbero uomini.
Perché “le mogli che rifiutano di fare sesso sono responsabili di un abuso emozionale nei confronti dei mariti”!
Un abuso emozionale?
E, dopo la geniale affermazione, la motivazione.
“Anche gli uomini subiscono un abuso quando le loro mogli rifiutano di fare sesso con loro.
Non sarà un atto fisico violento - comunque i maschi restano i più forti per natura - ma è comunque una violenza psicologica ed emozionale”, avrebbe detto a sostegno dell’acutissima trovata il deputato malaysiano che, neanche a dirlo, è stato apostrofato con delle “contenutissime” ed immediate reazioni da una pasionaria femminista che, fortunatamente, anche in quei paesi esistono e che ha inneggiato all’ignoranza e alla follia.
Chiarendogli che “le donne hanno tutto il diritto di dire ‘no’ a un rapporto sessuale, anche se si tratta del marito. Ritenere di avere la proprietà sul corpo della consorte fa parte di un modo superato di concepire il matrimonio. Non funziona così. E’ semplicemente ridicolo dire che gli uomini sarebbero vittima di abuso se le loro mogli si rifiutano a letto”.
Ora, nel pieno rispetto che dobbiamo a tutte le culture differenti dalla nostra, anche se non riusciamo a capirle fino in fondo, che è bene che sussista per un anelito di civiltà che solo ci consente la civile convivenza tra i popoli, una cosa proprio non riusciamo a capirla.
In un Paese dove un uomo può avere fino a quattro mogli che bisogno c'è di sentirsi abusati quando una delle quattro ha il più classico dei mal di testa?
Per noi, agguerrite e appassionate detentrici dello scettro della gelosia che ci fa sobbalzare se il nostro compagno non risponde al primo squillo di cellulare, immaginiamo queste donne serene e scevre da qualsivoglia sentimento di possesso che, logicamente dovrebbe comportare una serie di conseguenze logiche, per noi inimmaginabili.
Ma non troviamo una risposta.
Se, poi, pensiamo che si è parimenti gridato all’abuso nel medesimo consesso con riferimento ad un altro aspetto del problema, ci confondiamo ulteriormente.
Sempre le cronache ci riportano un’altra affermazione di altro deputato locale che ci fa sobbalzare non poco, ovvero che “negare al marito la possibilità di sposare un’altra moglie è anche questo un abuso”.
Anche in questo caso le attiviste locali hanno inneggiato alla follia con riferimento alla poligamia, in assoluto ed in rapporto alla parità dei generi che, per quanto subordinata all’autorizzazione del Tribunale, è discriminante.
“Dov’è l’uguaglianza?
Possiamo forse noi avere più di un marito?” ha gridato la pasionaria locale, facendoci così ricredere sul fatto che certi umani sentimenti non sono poi prerogativa di noi sole donne occidentali.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello
La giostra più difficile che mai

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello

Eccoli i signori dell'Anello! Ecco i cavalieri di Foligno alla Quintana del giugno 2018. Ecco il campione della regolarità, il cavaliere Pertinace che porta il Cassero al trionfo beffando Croce Bianca all'ultima manche. Ma ecco soprattutto la magia dello zoom al rallentatore nelle immagini girati dal Corriere dell'Umbria mentre i cavalieri infilzano e infilzano e infilzano (nove volte alla fine) ...

 
Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018