asterisco

Asterisco

Ricorrenze e celebrazioni

14.11.2017 - 11:37

0

Proprio oggi si celebra l’annuale Giornata Mondiale del diabete promossa dall’International Diabetes Federation tutta dedicata alla malattia al femminile, non perché gli uomini non ne siano colpiti, ma perché le percentuali delle conseguenze sono nettamente a sfavore del gentil sesso. Non solo.  Nei prossimi 7 giorni Federfarma offrirà uno screening gratuito della glicemia in 7600 farmacie che, in tutto lo Stivale, hanno aderito all'iniziativa.
Non solo.
In questi stessi giorni parte la campagna "Sfidiamo il diabete" che vede la collaborazione di supermercati che con la raccolta punti partecipano alla ricerca dell'omonima Fondazione.
Non solo.
Domenica si è tenuta a Roma, una camminata di 5 km per divulgare i corretti stili di vita preventivi della malattia, con testimonianze dirette e con quelle dei campioni della disciplina olimpica del fit-walking per imparare il meglio dalle passeggiate.
Questo perché in Italia sono 4 milioni le persone affette; 1 milione quelle malate ma che non lo sanno e 10 milioni quelle a rischio. Senza entrare in particolarismi, ci basti sapere che le conseguenze vanno dal rischio cardiovascolare, al pericolo di ictus, alla perdita della vista, alle infezioni dell'apparato riproduttivo.
Qualcuno, invece, in anticipo sugli appuntamenti della ricorrenza si è portato avanti col lavoro, pensando bene di buttar fuori dalla discoteca una ragazza di 25 anni che era lì per festeggiare il diploma di laurea di un'amica "perché non si possono introdurre alimenti" con riferimento a due bustine di zucchero ed un succo di frutta che per le necessità di questa malattia aveva con sé.
Quindi, a fronte di una tale mobilitazione nazionale/mondiale su un problema così importante e dai numeri così allarmanti, uno di quegli armadi a quattro ante in carne ed ossa che solitamente presidiano gli ingressi delle discoteche, ha pensato bene di dire alla ragazza di starsene a casa.
Ora qualunque commento è superfluo anche di fronte all'insostenibile difesa tentata dal Big Gim in giacca e cravatta circa l'ampia disponibilità delle sostanze necessarie presso il bancone del bar e l'irrilevanza per lui del tesserino medico esibito dalla ragazza a sostegno del proprio diritto.
Lasciamo la difesa di questa inutile controversia ad un professore esperto della malattia che, all'indomani del fatto, ha affermato "queste persone in ogni istante devono essere attrezzate.
Un piccolo ritardo può essere fatale", ma soprattutto al Presidente di Diabete Italia che ha scritto "c'è troppa ignoranza".
Ecco, forse il punto è proprio questo. Non bisogna necessariamente essere uno dei 250.000 diretti interessati per sapere che per questa malattia non c'è cura, ma solo terapia, come la ragazza ha tenuto a precisare, basterebbe semplicemente accostare, ogni tanto, al potenziamento muscolare di Big Gim anche quello cerebrale per acculturarsi anche se questioni sociali che interessano l'intera collettività e, quindi, tutti, non soltanto il popolo della notte.
Molte volte questi luoghi d'incontro balzano agli onori della cronaca per sostanze ben diverse dai dolci microgranuli bianchi e dalla purea di frutto che ben altre conseguenze comportano per l'intera collettività, gettando nello sconforto anche molti genitori di minorenni. Proprio in un eccesso di magnanimità vogliamo credere che il rifiuto sia stato dettato da regole commerciali in considerazione della differenza di prezzo tra il succo acquistato al supermercato e quello somministrato nel locale.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello
La giostra più difficile che mai

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello

Eccoli i signori dell'Anello! Ecco i cavalieri di Foligno alla Quintana del giugno 2018. Ecco il campione della regolarità, il cavaliere Pertinace che porta il Cassero al trionfo beffando Croce Bianca all'ultima manche. Ma ecco soprattutto la magia dello zoom al rallentatore nelle immagini girati dal Corriere dell'Umbria mentre i cavalieri infilzano e infilzano e infilzano (nove volte alla fine) ...

 
Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018