La Favl ko con PerugiaFinisce il sogno play off

Basket C silver

La Favl ko con Perugia
Finisce il sogno play off

20.03.2017 - 11:38

0

FAVL VITERBO-LIOMATIC PERUGIA 78-94

PARZIALI 24-24, 21-29, 17-22, 16-19

FAVL VITERBO Balia 5, Okon 17, Matteucci 2, Buzzini 13, Peroni 13, Tola 13, D'Agostino, Giachini 15, Ruchini, Iacarelli Coach Tedeschi

LIOMATIC PERUGIA Ciofetta 11, L. Righetti, Domenis 10, Gagliardoni, Provvidenza 8, T. Righetti 17, Marsili 27, Battiloro, Cinalli 4, Antonielli, Santantonio 17 Coach Monacelli

ARBITRI Nenci e Servillo

La Favl Viterbo chiude un'ottima stagione sconfitta con onore da Perugia. Nonostante l’assenza degli Americani, contro la quale la società ha voluto protestare distribuendo a inizio gara un volantino a tutti gli spettatori, la Favl tira fuori una prestazione tutto cuore e orgoglio spinta da una Palestra della Verità che anche stasera è stato il vero sesto uomo in campo e cedendo alla fortissima Perugia solo nell'ultimo quarto in questa che è stata l’ultima gara di una stagione che ha portato grandissime soddisfazioni alla società Viterbese. La squadra di casa partiva subito forte spinta da Okon e Buzzini che mettevano alle corde la difesa Perugina. Gli umbri sentivano la pressione del caloroso pubblico di casa e non riuscivano a limitare le folate dell’attacco Viterbese. Il primo parziale si concludeva sul 31-24 per la Favl. Ad inizio secondo quarto la gara non cambiava e la Favl con un Okon davvero in forma smagliante teneva in pugno la partita. Coach Lollo tedeschi, che anche stasera sostituiva lo squalificato Masini, cercava di attingere per quanto possibile dalla panchina per dar fiato al quintetto iniziale ed è proprio li che Perugia rimetteva la gara in discussione spinta dai suoi lunghi. Si andava cosi negli spogliatoi sul risultato di 45-53 ospite. Il terzo periodo si apriva con i ragazzi di coach Lollo Tedeschi che cercavano a tutti i costi di recuperare gli 8 punti di svantaggio. Perugia non mollava di un centimetro anche se Buzzini cercava più volte il fallo per recuperare punti al tiro dalla lunetta. Perugia raggiungeva quasi immediatamente il bonus permettendo all'attacco della Favl di sfruttare i tiri dalla lunetta in più di un occasione complice anche l’ottima media mantenuta da Peroni e compagni.  Giachini con 4 punti consecutivi teneva attaccata la Favl alla partita sul 55-60.  Perugia però non si faceva intimorire e con 8  punti consecutivi di Santantonio chiudeva il parziale sul 62-75. Nell'ultima frazione di gioco subito un errore in attacco per la Favl che veniva punita da Ciofetta nell'azione successiva. Ma ancora uno stoico Giachini con 6 punti da sotto il tabellone non voleva scrivere la parola fine sulla partita della Favl. Il finale di 78 a 94 rendeva onore a una Favl che anche oggi ha dimostrato il suo valore. A fine gara la società ha voluto omaggiare i suoi ragazzi consegnando una medaglia a ciascun componente della rosa. Coach Masini che ha seguito la gara dalla tribuna ha voluto elogiare i suoi ragazzi uno per uno per aver dato stasera una grandissima dimostrazione di professionalità. Il tecnico, ha poi proseguito sottolineando che ,a prescindere di quelle che saranno le decisioni della società riguardo la prossima stagione, ritiene di essere riuscito a ricreare il giusto feeling tra la città di Viterbo e il basket esibendo una pallacanestro davvero pratica e  brillante.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018