"E' finita l'epoca del Far West"

Termalismo

"E' finita l'epoca del Far West"

16.07.2017 - 11:25

0

Che la firma del protocollo d’intesa sul rilancio delle ex Terme Inps tra Zingaretti e Michelini, all’auditorium di Valle Faul, sia stata poco più che un’occasione per le solite passerelle pre-elettorali è un fatto che non è sfuggito a nessuno degli addetti ai lavori. Ma la vera pietra miliare, sulla strada che dovrebbe portare all’edificazione della città termale, è oggi rappresentata dallo studio Piscopo, quello che il sindaco ha definito un “vangelo”. Ne è convinto anche l’imprenditore Fabio Belli, della società Freetime, quella che sta costruendo un nuovo complesso termale in località Paliano.

Da parte sua, Fausto Sensi, patron delle Terme dei Papi, anche lui presente all’incontro di Valle Faul, rilancia sullo stabilimento ex Inps: “Io resto della mia idea, facciamone un albergo”.

Ma andiamo con ordine.

Per Fabio Belli quello di venerdì è stato un giorno molto importante per Viterbo: “Dopo decenni in cui si parla di termalismo, finalmente c’è un atto ufficiale”, nota l’imprenditore della Freetime. Dove l’atto ufficiale non è la firma del protocollo d’intesa tra il sindaco e il governatore, quanto l’adozione dello studio Piscopo, stilato dal docente dell’Unitus e commissionato dieci anni fa: “Lo studio – spiega Belli – è stato adottato dalla Regione e nei prossimi giorni verrò pubblicato. Io lo paragonerei al piano regolatore del ’74, entrato in vigore nel ’79. Ha detto bene il sindaco ieri (venerdì, ndr): questo studio è il vangelo”. Lo studio, per la cronaca, divide il bacino termale di Viterbo, lungo 14 km, in tre macrozone: quella settentrionale (Bacucco-Bagnaccio-ex Oasi) con una portata di 14-15 litri al secondo, una centrale (Bullicame-Terme dei Papi-ex Terme Inps) con una portata di 35 litri, e una meridionale (Masse-Paliano), con 15-20 litri di portata.

“Questo studio – prosegue Belli – è la cosa più intelligente che si poteva fare, perché mette finalmente fine al Far West. Non assisteremo più ai prelievi, alle pulizie non autorizzate, ai prosciugamenti e alle perforazioni che negli anni e nei decenni precedenti hanno messo a rischio l’integrita del bacino. Tutti i pozzi verranno infatti monitorati in remoto dalla Regione, nessuno potrà più compieri abusi o prelievi senza autorizzazione”.

(servizio completo sul Corriere di Viterbo del 17 luglio 2017)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Roma, (askanews) - La coalizione di centrodestra non è guidata dal Ppe, ma dalle forze estremiste e populiste di Matteo Salvini e Giorgia Meloni". Ad affermarlo, parlando all'iniziativa sull'Europa organizzata dei Dem a Milano, è il segretario del Pd Matteo Renzi. "Amici del Ppe, vi stanno prendendo in giro. Basta guardare come si sono divisi i collegi uninominali. Ogni voto dato al fronte della ...

 
Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Roma, (askanews) - Una manifestazione del movimento femminista internazionale per gridare anche a Roma "#MeToo", contro le molestie e le discriminazioni verso le donne. Si è tenuta stamattina a Piazza Santi Apostoli organizzata da"American Expats for Positive Change" e ha visto la partecipazione tra gli altri dell'attrice Asia Argento.

 
Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Roma, (askanews) - L'Europa come spartiacque tra le forze politiche in campo alle elezioni italiane. Con il Pd nettamente schierato per il rilancio del processo di integrazione europea, contro l'euroscetticismo dei Cinque Stelle e della coalizione di centrodestra a trazione populista targata Lega-Fratelli d'Italia. È l'operazione che Matteo Renzi lancia da Milano, teatro di un'iniziativa del ...

 
È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

Lione, (askanews) - Paul Bocuse, colui che fu soprannominato "chef del secolo", si è spento a meno di un mese dal suo novantaduesimo compleanno a Collonges-au-Mont-d'Or, suo villaggio natale e nel quale sorgeva il suo celebre ristorante, già appartenuto al nonno, nei pressi di Lione. Il "Papa" della gastronomia francese, che soffriva da alcuni anni di Parkinson, proveniva da un'antica famiglia di ...

 
Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazza d'Italia

Capodanno

Da Elisa a Fabri Fibra: gli eventi nelle piazze d'Italia

Il Capodanno diventa live nelle principali città italiane per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Da nord a sud, sono tanti gli appuntamenti musicali in piazza: eccone ...

30.12.2017