Trenino Atac

Viterbo

Treni sospesi, l'ira dei pendolari

11.08.2016 - 18:49

0

 “Subito dopo gli stati africani ci siamo noi. Perché non so chi altro abbia mezzi con 11 anni d’età”.
Sono apprezzabili gli “alti lai” emessi ieri dalle colonne di Repubblica dal direttore generale di Atac Marco Rettighieri, alle prese con il disastrato parco bus dell’azienda capitolina dei trasporti. Parafrasando il dg, non sappiamo neanche, però, quale altra azienda di un Paese civile abbia un ufficio informazioni come quello di Atac. Sì, perché solo all’ultimo momento gli utenti della Roma - Civita Castellana - Viterbo, la gloriosa (si fa per dire) linea ferroviaria Roma Nord gestita da Atac, hanno appreso della sospensione, dal 10 agosto fino al 2 settembre, di tutte le corse da Sant’Oreste a Viterbo, grazie a dei manifestini affissi sulle stazioni. Al posto dei treni sono stati istituiti dei bus sostitutivi.
“Prendo il treno da Corchiano a Viterbo tutti i giorni e solo oggi (ieri, ndr) ho visto il manifesto - protesta un utente - . Dubito che sia stato affisso da molti giorni. E comunque, se avessi saputo che avrebbero soppresso le corse, questo mese l’abbonamento avrei evitato di rinnovarlo. Perché di prendere il bus per arrivare a Viterbo non ho alcuna intenzione. Tanto vale che utilizzi la macchina".
L’interruzione della tratta, come indicato nel manifesto, è dovuta a “lavori di manutenzione del ponte sul fiume Treja e di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura ferroviaria”. Tra i lavori di manutenzione straordinaria c'è, come annuncia la Regione solo lunedì scorso con un comunicato, anche la messa in sicurezza della linea nei comuni di Civita Castellana, Fabrica di Roma e Corchiano, “dove insistono passaggi a livello a raso, incustoditi e pubblici”. Lavori da 9,1 milioni di euro, programmati da tempo. Non si capisce allora perché, trattandosi di un intervento previsto, ed essendo quello estivo il periodo più consono per interrompere la circolazione ferroviaria (visto che il volume dell’utenza cala), non ne sia stata data comunicazione con largo anticipo. Tanto più che il 18 luglio scorso un comunicato della stessa Atac annunciava, a far data dallo stesso giorno (sempre per la serie meglio tardi che mai) e fino al 4 settembre, l’interruzione della linea ferroviaria solo da Sant’Oreste a Catalano. Da ieri invece sono sospesi i treni sull’intero tratto viterbese. “I treni non ci sono più ma hanno messo dei bus sostitutivi - confida l’addetta allo sportello della stazione di viale Trieste -. La comunicazione in ritardo? Cosa vuole che le dica? Anche noi impiegati l’abbiamo saputo stamattina”

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

Milano, (askanews) - Per ogni cottura ci vuole la pentola giusta. Da 110 anni è questo principio che ispira un'azienda simbolo del made in Italy, la Pentole Agnelli, presenza immancabile nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. E non solo. E pensare che tutto ebbe inizio con un metallo considerato prezioso all'inizio del secolo scorso: "Nonno Baldassare nel 1907 inizia a utilizzare ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017