Trenino Atac

Viterbo

Treni sospesi, l'ira dei pendolari

11.08.2016 - 18:49

0

 “Subito dopo gli stati africani ci siamo noi. Perché non so chi altro abbia mezzi con 11 anni d’età”.
Sono apprezzabili gli “alti lai” emessi ieri dalle colonne di Repubblica dal direttore generale di Atac Marco Rettighieri, alle prese con il disastrato parco bus dell’azienda capitolina dei trasporti. Parafrasando il dg, non sappiamo neanche, però, quale altra azienda di un Paese civile abbia un ufficio informazioni come quello di Atac. Sì, perché solo all’ultimo momento gli utenti della Roma - Civita Castellana - Viterbo, la gloriosa (si fa per dire) linea ferroviaria Roma Nord gestita da Atac, hanno appreso della sospensione, dal 10 agosto fino al 2 settembre, di tutte le corse da Sant’Oreste a Viterbo, grazie a dei manifestini affissi sulle stazioni. Al posto dei treni sono stati istituiti dei bus sostitutivi.
“Prendo il treno da Corchiano a Viterbo tutti i giorni e solo oggi (ieri, ndr) ho visto il manifesto - protesta un utente - . Dubito che sia stato affisso da molti giorni. E comunque, se avessi saputo che avrebbero soppresso le corse, questo mese l’abbonamento avrei evitato di rinnovarlo. Perché di prendere il bus per arrivare a Viterbo non ho alcuna intenzione. Tanto vale che utilizzi la macchina".
L’interruzione della tratta, come indicato nel manifesto, è dovuta a “lavori di manutenzione del ponte sul fiume Treja e di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura ferroviaria”. Tra i lavori di manutenzione straordinaria c'è, come annuncia la Regione solo lunedì scorso con un comunicato, anche la messa in sicurezza della linea nei comuni di Civita Castellana, Fabrica di Roma e Corchiano, “dove insistono passaggi a livello a raso, incustoditi e pubblici”. Lavori da 9,1 milioni di euro, programmati da tempo. Non si capisce allora perché, trattandosi di un intervento previsto, ed essendo quello estivo il periodo più consono per interrompere la circolazione ferroviaria (visto che il volume dell’utenza cala), non ne sia stata data comunicazione con largo anticipo. Tanto più che il 18 luglio scorso un comunicato della stessa Atac annunciava, a far data dallo stesso giorno (sempre per la serie meglio tardi che mai) e fino al 4 settembre, l’interruzione della linea ferroviaria solo da Sant’Oreste a Catalano. Da ieri invece sono sospesi i treni sull’intero tratto viterbese. “I treni non ci sono più ma hanno messo dei bus sostitutivi - confida l’addetta allo sportello della stazione di viale Trieste -. La comunicazione in ritardo? Cosa vuole che le dica? Anche noi impiegati l’abbiamo saputo stamattina”

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018