Cerca

Martedì 27 Settembre 2016 | 08:57

Ronciglione

Annuncio apocalittico di un ricercatore al convegno

Annuncio apocalittico di un ricercatore al convegno

“Un gigantesco pianeta che sta per entrare nel nostro sistema solare”. Lo ha annunciato il medico e ricercatore, direttore del portale internet “Segni dal Cielo”, Massimo Fratini, è intervenuto nella seconda parte del convegno “C’è vita nell’universo?”, organizzato da Accademia Kronos. Fratini ha mostrato ai presenti foto inedite di un gigantesco pianeta che, per l’appunto, starebbe per entrare nel nostro sistema solare; foto scattate da due speciali telescopi orbitanti Nasa. “Foto al momento tenute nascoste dalle autorità mondiali al fine di non gettare nel panico la gente”, ha spiegato Fratini. Che ha proseguito: “Ora si capisce perché in tutto il mondo, escluse alcune nazioni come l’Italia, si stanno costruendo giganteschi rifugi sotterranei per centinaia di migliaia di persone”. Lo studioso ha aggiunto anche che il Vaticano sarebbe al corrente di questa situazione, “tant'è che ha costruito un telescopio a raggi infrarossi in Antartide”. Zona del pianeta questa, secondo Fratini, dove questo gigantesco corpo celeste si può già vedere. Secondo Fratini, sia la grande crisi economica mondiale, che ebola e la guerra contro il Califfato Islamico, sono aspetti costruiti ad arte per distrarre il popolo della Terra e questo per evitare che si possa invece indagare sul vero rischio che tra qualche anno correrà il nostro pianeta. Prima delle profezie abbastanza inquietanti di Fratini, nella prima parte dell’incontro c’era stato l’intervento del presidente di AK, Ennio La Malfa, il quale ha illustrato il percorso della scienza dal 1950 ad oggi per giungere all’affermazione definitiva che solo nella nostra galassia, grazie ai vari telescopi orbitanti, si sono scoperti già 320 sistemi solari che al loro interno hanno pianeti alcuni dei quali con le caratteristiche della Terra. Oltre a ciò si è riferito dell’esperimento effettuato alcuni anni fa tra la Nasa e l’Università della Tuscia circa la capacità dei muschi e delle alghe unicellulari di resistere nello spazio per 6 mesi ai raggi cosmici e alle temperature estreme. Esperimento riuscito che ha dimostrato come certe forme di vita microscopica possono viaggiare nel cosmo e giungere nei pianeti dove, in certe condizioni, possono avviare il processo di evoluzione della vita. Al termine delle relazioni ufficiali, alcune persone del viterbese hanno testimoniato fatti ed eventi da loro vissuti come incontri ravvicinati con entità misteriose che da qualche anno visitano i nostri boschi.

Più letti oggi

il punto
del direttore