Cerca

Giovedì 19 Gennaio 2017 | 14:04

Capranica, consumo dell'acqua con il contagocce

Il comitato acqua potabile non esclude anche denunce penali a carico della Talete

Capranica, consumo dell'acqua con il contagocce

Acqua col contagocce: scatta la denuncia. E’ il comitato acqua potabile a valutarne la possibilità, dopo che a Capranica, la Talete da qualche tempo è solita interrompere il servizio idrico. Una condotta definita come inammissibile e che crea enormi disagi alla popolazione che si ritrova di punto in bianco, senz’acqua.
Il comitato nella persona di Raimondo Chiricozzi chiede l’intervento, urgente, di tutte le maggiori istituzioni locali e territoriali, non escludendola possibilità di percorrere anche le vie legali qualora la situazione sia destinata a protrarsi. Ciò che avviene a Capranica, è stato descritto più volte, dallo stesso comitato, in varie lettere.
L’ultima è quella che risale allo scorso 20 maggio e indirizzata al Prefetto di Viterbo, al Procuratore della Repubblica, al responsabile autorità per l’energia, al sindaco di Capranica, al garante del servizio idrico regionale, al presidente giunta regione Lazio, al commissario emergenza arsenico, all’assessore all’ambiente e sanità regionale, al presidente della commissione ambiente della Pisana, al Presidente della Provincia di Viterbo, e al Presidente del Tribunale di Viterbo.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 27 maggio

Più letti oggi

il punto
del direttore