“Dopo la Macchina pure San Pellegrino patrimonio Unesco”

“Dopo la Macchina pure San Pellegrino patrimonio Unesco”

Lo promette il sindaco Giulio Marini, presente al Salone del libro di Torino con il Sodalizio

19.05.2013 - 19:45

0

"Non ci sono più ostacoli perché la Macchina ottenga il riconoscimento dell'Unesco". Giulio Marini, reduce dal Salone del libro di Torino, assieme al Sodalizio dei facchini, centrato l'obiettivo della Macchina, guarda già al futuro e se ne prefigge un altro. Non meno ambizioso. Quello di far sì che "anche il quartiere San Pellegrino abbia il riconoscimento dell'Unesco" come patrimonio immateriale dell'umanità. Mentre la procedura richiesta dall'Unesco per la Macchina viene puntualmente rispettata, in attesa che, tra il 4 e l'8 dicembre, avvenga l'ufficializzazione a Baku (Azerbaijan), "uno dei primi traguardi da prefiggersi per l'amministrazione - dice il sindaco Marini - è quello di adoperarsi con ogni mezzo perché anche a San Pellegrino, come alla Macchina, arrivi il riconoscimento dell'Unesco". Il fascinoso quartiere che ha, al centro, quel Palazzo dei papi noto urbi et orbi, è uno dei centri medioevali meglio conservati al mondo.
Ma, ieri, c'è stato il rientro da Torino anche del presidente del Sodalizio dei facchini, Massimo Mecarini. "Il convegno di ieri (venerdì, ndr) - dice - rappresenta una di quelle azioni di salvaguardia, che sono uno degli step intermedi richiesti dall'Unesco tra la candidatura e il riconoscimento. C'erano i sindaci di Viterbo, Nola, Palmi e Sassari (la rete delle macchine a spalla, ndr) e i rappresentanti delle comunità, i facchini, i regnanti di Sassari, gli 'mbuttatori di Palmi e i cullatori di Nola. Al Salone, c'era il padiglione della Calabria e, lì, è stato proiettato il filmato che fa parte del progetto. Probabilmente, lo presenteremo in via ufficiale quanto prima. Poi, dovremo fare qualche altra azione di salvaguardia".

n.m.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne, Lia Migale: "Ecco la nostra verità sul debito"

Casa delle Donne, Lia Migale: "Ecco la nostra verità sul debito"

Roma, (askanews) - "Noi intendiamo pagare il debito con il Comune, ma nella giusta misura", ovvero al massimo 400mila euro tenendo conto fra l'altro dei lavori ordinari e straordinari che la Casa Internazionale delle Donne ha svolto nel complesso del Buon Pastore, a via della Lungara a Roma. Lo spiega Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018