Un'altalena per bambini disabili a Pratogiardino

Un'altalena per bambini disabili a Pratogiardino

Sta per concludersi la raccolta fondi promossa da Fiamma tricolore a favore del parco pubblico

10.05.2013

0

E’ giunta quasi a termine la raccolta fondi istituita da Fiamma Tricolore presso la Banca di Viterbo, vincolata all'acquisto della ormai attesissima in città “altalena per bambini disabili” per Prato Giardino. “Già tra meno di due settimane - spiega Fiamma Tricolore - grazie alla stupenda generosità dimostrata dai cittadini viterbesi, l’agognata altalena, potrà trovare posto in mezzo a quelle esistenti nell’area giochi del nostro parco pubblico, e rendere così felici tutti i bambini portatori di handicap; il posizionamento, anche se difficoltoso, non a caso abbiamo preteso che venisse effettuato all’interno dell’area destinata alle attrazioni, in quanto ci è sembrato essenziale, favorire l’interazione tra tutti i bambini e la coesione ludica, elemento questo essenziale per i momenti di svago”.
Fiamma Tricolore aggiunge anche che, in stretta collaborazione con l’assessore Muroni, nel giro di brevissimo tempo verranno addirittura sostituiti integralmente tutti i giochi gratuiti all'interno del parco stesso, “pensionando degnamente in tal modo, quelli attualmente presenti notevolmente e pericolosamente usurati dal tempo e dalla intensa attività”. La raccolta fondi per l’altalena per disabili è ancora aperta. Chi volesse contribuire può farlo effettuando un versamento al conto della Banca di Viterbo Agenzia 4 - S. Faustino, iban - IT47G0893114503000020899001, intestato a Leonardo De Angeli. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli