Arsenico nell'acqua, Codacons: "Vogliamo partecipare all'incontro in Regione"

Arsenico nell'acqua, Codacons: "Vogliamo partecipare all'incontro in Regione"

L'associazione di difesa dei consumatori è indignata di fronte al mancato invito all'assemblea alla Pisana di stasera: "Qualsiasi decisione verrà impugnata al Tar del Lazio poiché presa in assenza dei soggetti interessati"

16.04.2013 - 10:33

0

Il Codacons ha inviato stamattina una comunicazione urgente alla Regione Lazio, chiedendo di partecipare all'incontro previsto per stasera alla Pisana sul problema dell'acqua all'arsenico.
"E' sconvolgente che un'associazione dei consumatori come il Codacons, che ha già vinto una azione collettiva al Tar facendo ottenere risarcimenti agli utenti, e che sul problema dell'arsenico nelle acque potabili combatte da anni e ha ricevuto procura da oltre 3mila residenti in regione, non sia stata convocata all'incontro di oggi - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Abbiamo dunque chiesto alla Regione di convocarci immediatamente ai sensi della legge 241/90 avvisando che, in caso di mancata presenza degli utenti, qualsiasi decisione che emergerà dalla riunione di stasera alla Pisana verrà impugnata al Tar del Lazio poiché adottata in mancanza della partecipazione dei soggetti interessati".
Il Codacons critica poi duramente il ministero della Salute, Renato Balduzzi, colpevole di aver minimizzato i pericoli per la salute umana derivanti dalla presenza di arsenico nelle acque e negli alimenti.
"Forse il ministro pensa che l'arsenico in eccesso nel pane sia come una fucilata? - ironizza Carlo Rienzi - Ovvio che mangiare una pagnotta con arsenico non uccide seduta stante, ma è la concentrazione di questo veleno nel sangue, a lungo andare, ad uccidere".
Evidentemente il ministro ignora - e per questo stiamo valutando di denunciarlo per diffusione di notizie false e tendenziose, aggiunge il Codacons - che solo lo scorso gennaio l'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che un'esposizione prolungata nel tempo all'arsenico contenuto nell'acqua potabile e nel cibo può causare cancro, lesioni cutanee, malattie cardiovascolari, effetti sullo sviluppo, danni al sistema nervoso e diabete. E sempre secondo le stime effettuate dall'Oms, in Bangladesh a partire dagli anni ‘70 almeno 35 milioni di persone hanno bevuto acqua contaminata con piccolissime quantità di arsenico, circostanza che, in base allo studio Health Effects of Arsenic Longitudinal Study, è stata sufficiente a provocare il 21% delle morti per tutte le cause e il 24% di quelle attribuite a malattie croniche (in prevalenza, tumori al fegato, cistifellea e pelle e malattie cardiovascolari). Sulla questione dell'arsenico nelle acque potabili del Lazio, l'associazione sta organizzando una conferenza stampa per sabato prossimo a Viterbo.

NOTIZIE CORRELATE:

Riccardo Valentini: "Acqua all'arsenico, bisogna costituire una 'task force' per la Tuscia"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018