Villa Rosa, ecco il piano per ripianare i debiti. Esuberi saliti a settantatré

Villa Rosa, ecco il piano per ripianare i debiti. Esuberi saliti a settantatré

Il deficit non permetterebbe altre soluzioni, né temporeggiamenti

13.04.2013 - 11:46

0

Mesi di concertazione, incontri e riunioni con le istituzioni non sono serviti a niente. A Villa Rosa si licenzia, senza se e senza ma. Troppi i debiti da ripianare. Entro120 giorni saranno mandati a casa decine di lavoratori. Addirittura 73 e non più 45 come era stato detto in un primo momento. Il deficit non permetterebbe altre soluzioni, né temporeggiamenti. Tutto questo, dopo gli avvertimenti verbali dei mesi scorsi, è scritto adesso nero su bianco in un documento ufficiale dell’azienda spedito due giorni fa a Regione, Asl e rappresentanze sindacali.
Quest’ultime sono subito scese sul piede di guerra: “Il dottor Sesana, dg di Villa Rosa, si dimentica che non può toccare i requisiti della struttura, e dunque licenziare medici e infermieri a proprio piacere, in quanto verrebbe revocato l’accreditamento. Questo è un piano solo per distruggere Villa Rosa e non per risanarla”.
La situazione debitoria che ha portato Villa Rosa al tracollo ha radici antiche e risale al 2009, quando iniziano i primi ammanchi di oltre 2milioni di euro. Per la precisione: 2 milioni 486mila 708 euro nel 2009, 2 milioni 674mila 861 euro nel 2010 e 2 milioni 551mila 762 nel 2011.
Meno nel 2012, “solo” 1 milione 955mila 477 euro a causa dei primi tagli già effettuati. Stando a questi numeri, a pesare sulle spalle della casa di cura sarebbero oltre 9 milioni di euro e per questo, per l’azienda, l’unica carta da giocare, per risanare e ripartire, sarebbero i licenziamenti e le esternalizzazioni, con buona pace di tutti e 73 dipendenti della clinica.
Il piano di messa in sicurezza di Villa Rosa, oltre ai licenziamenti, una completa riorganizzazione del sistema sotto il profilo della giusta proporzione tra assistenti e assistiti, esternalizzando anche alcuni servizi e chiudendo alcuni reparti.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 12 aprile


Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Sudafrica (TMNews) - Scatti che raccontano una vita. E se si tratta di Mandela, le istantanee finiscono per fotografare la storia. A partire dagli anni della gioventù fino alla maturità, in chiaro scuro: sono gli anni della battaglie politiche contro l'apartheid in Sudafrica, dell'amore e del matrimonio con Winnie e poi dei processi fino alla condanna all'ergastolo nel 1964 e la prigionia a ...

 
Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Milano (TMNews) - L'uomo destinato a cambiare la storia è nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, il 18 luglio del 1918. Qui Nelson Mandela capisce il prezzo della libertà, in questo caso la sua: a poco più di 20 anni fugge dal villaggio ribellandosi al capo tribù che lo aveva destinato ad un matrimonio combinato. Così comincia ad urlare il suo no alle ingiustizie, ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018