"La Grassini dice tante bugie". Il direttore Gigli respinge le accuse della presidente

"La Grassini dice tante bugie". Il direttore Gigli respinge le accuse della presidente

"Fino a 20 giorni fa mi faceva i complimenti"

13.04.2013 - 10:45

0

“La Grassini dice solo bugie, e pensare che fino a 20 giorni fa mi faceva i complimenti per come viene gestita l’Ater”. Il direttore dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale, Ugo Gigli, non ci sta a essere definito “padrone” dell’ente dalla presidente uscente, Maria Gabriela Grassini, e come lei ha fatto in questi giorni, ora lui vuota il sacco e non solo.
“Non meriterebbe nemmeno risposta chi non ha rispetto per il luogo e le persone con cui ha lavorato - tuona Ugo, fratello dell’onorevole Nando Gigli -. L’Ater è il mio lavoro da tanti anni, per il quale ho sputato sangue impegnando per far funzionare al massimo la struttura operativo. Oggi, non sono io a riconoscerlo ma i colleghi delle altri sedi, l’Ater di Viterbo è tra le migliori del Lazio grazie al contributo di tutti e probabilmente anche del mio impegno. Mi spiace vedere calunniato e maltrattato l’ente e chi vi lavora”. Un attacco frontale alla ex sindaca di San Lorenzo Nuovo che va dritto al problema.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 12 aprile
a cura di G.An.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Sudafrica (TMNews) - Scatti che raccontano una vita. E se si tratta di Mandela, le istantanee finiscono per fotografare la storia. A partire dagli anni della gioventù fino alla maturità, in chiaro scuro: sono gli anni della battaglie politiche contro l'apartheid in Sudafrica, dell'amore e del matrimonio con Winnie e poi dei processi fino alla condanna all'ergastolo nel 1964 e la prigionia a ...

 
Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Milano (TMNews) - L'uomo destinato a cambiare la storia è nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, il 18 luglio del 1918. Qui Nelson Mandela capisce il prezzo della libertà, in questo caso la sua: a poco più di 20 anni fugge dal villaggio ribellandosi al capo tribù che lo aveva destinato ad un matrimonio combinato. Così comincia ad urlare il suo no alle ingiustizie, ...

 
Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

(Agenzia Vista) Milano, 17 luglio 2018 Sono in totale otto gli indagati: sette per spaccio di sostanze stupefacenti, uno per il reato di riciclaggio. Sono questi i numeri di un'operazione della polizia di Milano partita da un'indagine condotta nei mesi scorsi in zona Comasina del capoluogo lombardo stando a quanto riportato, il gruppo criminale si stava ricostituendo dalla base aveva spostato la ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018