Rifiuti, la Provincia fa ricorso al Tar del Lazio contro il decreto Clini

Rifiuti, la Provincia fa ricorso al Tar del Lazio contro il decreto Clini

Meroi: "E' un provvedimento improntato al pressappochismo e ad una generica, quanto imprecisa, conoscenza dell'effettiva situazione degli impianti di trattamento presenti ed operanti nel Lazio"

28.03.2013 - 11:34

0

"La Provincia di Viterbo ha presentato al Tar del Lazio un ricorso contro il decreto del ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, che ha portato alla nomina del commissario straordinario per l'emergenza rifiuti di Roma e provincia e all'individuazione degli impianti di trattamento meccanico e biologico del Lazio incaricati di ricevere e trattare i rifiuti prodotti nell'hinterland romano. Il ricorso evidenzia un eccesso di potere per difetto d'istruttoria, ed un contrasto con le norme comunitarie che stabiliscono il regime di autosufficienza in materia di gestione dei rifiuti negli ambiti di competenza, con l'obiettivo di ridurne la movimentazione e di garantire un saldo ambientale positivo fra benefici e costi di trattamento".
E' quanto si legge in una nota della Provincia di Viterbo. "Il decreto riconosce al commissario straordinario il potere di diffidare le autorità competenti e le imprese titolari degli impianti a trattare nei limiti della capacità residua autorizzata, i rifiuti di Roma, Ciampino, Fiumicino e della Città del Vaticano. Ma le residue ed effettive capacità di trattamento di ogni singolo impianto sono state stimate, non sulla base di una dettagliata istruttoria, ma su una mera comunicazione di dati forniti dalla Regione Lazio. Comunicazione a sua volta basata su una dichiarazione degli stessi titolari degli impianti", prosegue la nota.
"Come abbiamo più volte evidenziato- spiega il presidente della Provincia, Marcello Meroi - il decreto Clini è improntato al pressappochismo e ad una generica, quanto imprecisa, conoscenza dell'effettiva situazione degli impianti di trattamento presenti ed operanti nel Lazio. Il provvedimento governativo, con specifico riferimento all'obbligo per gli impianti diffidati dal commissario straordinario di trattare i rifiuti indifferenziati di Roma e provincia, costringe gli stessi ad operare in violazione delle rispettive autorizzazioni integrate ambientali, e disattendendo le relative prescrizioni. Non essendo stati previsti adeguamenti delle autorizzazioni, l'impianto di Casale Bussi è ad oggi autorizzato a trattare solo ed unicamente, i rifiuti prodotti nelle province di Viterbo e Rieti come previsto dall'Aia. Tutti sanno cosa penso del Governo Monti e della superficialità con cui i tecnici hanno governato l'Italia e spero sinceramente che, al più presto, ceda il passo ad un esecutivo politico espressione della volontà popolare. Il decreto Clini è stato imposto ai territori senza alcuna concertazione e con una metodologia d'approccio inaccettabile per qualsiasi istituzione democraticamente eletta. Ci auguriamo- conclude il presidente- che i giudici del Tar prendano atto dell'illogicità del Decreto annullandone l'efficacia in attesa che il nuovo esecutivo affronti la questione in maniera seria ed approfondita".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Legittima difesa, Salvini: nessuna liberalizzazione delle armi

Legittima difesa, Salvini: nessuna liberalizzazione delle armi

Roma, (askanews) - "Non si parla assolutamente di liberalizzazione delle armi né di Far West. Leggo con stupore e simpatia crescente il quotidiano la Repubblica che ogni giorno è meglio di Dylan Dog, e riescono a inventarsi la qualunque". Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in conferenza stampa alla Camera a proposito della proposta di legge sulla legittima difesa. "Il ...

 
L'Antitrust Ue multa Google per 4,34 miliardi di euro

L'Antitrust Ue multa Google per 4,34 miliardi di euro

Bruxelles (askanews) - La Commissione europea ha annunciato una maxi multa record da 4,34 miliardi di euro a Google per abuso di posizione dominante. L'accusa riguarda Android, il sistema operativo di Google per smartphone. Ad annunciare la multa il commissario alla concorrenza Ue Margrethe Vestager. "Non so se questo potrebbe consentire una maggiore concorrenza - ha spiegato - ma penso che ...

 
Flash mob al Viminale contro porti chiusi, mani sporche di sangue

Flash mob al Viminale contro porti chiusi, mani sporche di sangue

Roma, (askanews) - Presidio nonviolento davanti al Viminale promosso dai Radicali, insieme ad alcuni esponenti di Ong. Per denunciare i morti in mare e la chiusura dei porti. Nel 2018 sono morte nel Mediterraneo circa 1500 persone. Oltre 500 lasciate morire solo nell'ultimo mese. "Questa è l'unica verità in mezzo a tante menzogne. Non vogliamo essere complici di questa strage di Stato", affermano ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018