Cerca

Martedì 28 Febbraio 2017 | 17:49

Psichiatria e dipendenze, update sulle nuove droghe e sulla doppia diagnosi

Il convegno, in programma venerdì all'hotel Domus La Quercia, approfondisce il ruolo delle vecchie e delle nuove sostanze, il rapporto tra l'abuso di sostanze e la gestione clinica e le linee guida del trattamento

Psichiatria e dipendenze, update sulle nuove droghe e sulla doppia diagnosi

Questo venerdì nella sala meeting Lacordaire dell'hotel Domus La Quercia si terrà il convegno organizzato dalla Società italiana di psichiatria dal titolo "Psichiatria e dipendenze: update sulle nuove sostanze d'abuso, gestione clinica e indirizzi di trattamento della doppia diagnosi".
"La doppia diagnosi – spiegano i responsabili scientifici Francesca Scarcella e Dario Carrus della Ausl di Viterbo - non consiste nella semplice concomitanza di una condizione tossicomanica con un altro disturbo psichiatrico ma nella complessa realtà di un gruppo selezionato di pazienti che, per le sue caratteristiche di cronicità, elevato tasso di ospedalizzazioni, bassa compliance ai trattamenti, più elevato rischio suicidario o maggiore pericolosità sociale, costi maggiori a carico dei servizi sanitari, richiede nuove modalità di gestione che non sembrano poter prescindere dalla presenza di équipe curanti in grado di trattare, nello stesso momento, sia la dipendenza che il disturbo psichiatrico".
Il convegno nella doppia veste di corso di aggiornamento, si propone di approfondire il ruolo delle vecchie e delle nuove sostanze, il rapporto tra l'abuso di sostanze e la gestione clinica e le linee guida del trattamento.
Nel corso della giornata verranno anche illustrate le caratteristiche delle nuove sostanze d'abuso e il ruolo di internet nell'espansione del mercato delle droghe. Sarà, inoltre, evidenziato il bisogno di perseguire una buona prassi nella gestione delle emergenze psichiatriche complicate dall'abuso di vecchie e nuove sostanze. Una condizione, quella della doppia diagnosi, che richiede la sinergia di più servizi nel trattamento dei pazienti.

Più letti oggi

il punto
del direttore